Pastorale Giovanile

    Campagna
    abbonamenti
    QuartinoNPG2024


    Letti 
    & apprezzati


    Il numero di NPG
    marzo-aprile 2024
    600 cop 2024 2


    Il numero di NPG
    gennaio-febbraio 2024


    Newsletter
    marzo-aprile 2024
    NL 2 2024


    Newsletter
    gennaio-febbraio 2024


    P. Pino Puglisi
    e NPG
    PPP e NPG


    Pensieri, parole
    ed emozioni


    Post it

    • On line il numero di GENNAIO-FEBBRAIO di NPG sulle strutture pastorali, e quello di DICEMBRE sulla PG degli ultimi 10 anni, sull'educazione alla pace.  E qui le corrispondenti NEWSLETTER: gennaio-febbraio 2024 e  dicembre 2023.
    • Attivate nel sito (colonna di destra "Terza paginA") varie nuove rubriche per il 2024.
    • Linkati tutti i DOSSIER del 2020 col corrispettivo PDF.
    • Messa on line l'ANNATA 2020: 118 articoli usufruibili per la lettura, lo studio, la pratica, la diffusione (citando gentilmente la fonte).
    • Due nuove rubriche on line: RECENSIONI E SEGNALAZIONI. I libri recenti più interessanti e utili per l'operatore pastorale, e PENSIERI, PAROLE

    Le ANNATE di NPG 
    1967-2024 


    I DOSSIER di NPG 
    (dall'ultimo ai primi) 


    Le RUBRICHE NPG 
    (in ordine alfabetico
    e cronologico)
     


    Gli AUTORI di NPG
    ieri e oggi


    Gli EDITORIALI NPG 
    1967-2024 


    VOCI TEMATICHE 
    di NPG
    (in ordine alfabetico) 


    I LIBRI di NPG 
    Giovani e ragazzi,
    educazione, pastorale

     


    I SEMPREVERDI
    I migliori DOSSIER NPG
    fino al 2000 


    Animazione,
    animatori, sussidi


    Un giorno di maggio 
    La canzone del sito
    Margherita Pirri 


    WEB TV


    NPG Facebook


    NPG Twitter



    Note di pastorale giovanile
    via Giacomo Costamagna 6
    00181 Roma

    Telefono
    06 4940442

    Email

    L’attesa è “madre”



    Enzo Pappacena e Ivana

    (NPG 2004-01-42)


    Ancora pochi giorni e incontreremo il tuo volto. Sarà meraviglioso, così come il tempo trascorso ad immaginarti. In autunno ti abbiamo pensata. Troppo soli ci sentivamo e il tempo trascorreva con poche emozioni. In inverno abbiamo sentito che c’eri anche tu. La primavera, poi, ci ha sorpresi a sognare e a sperare. E l’estate, infine, ci farà finalmente incontrare.
    Nascerai quando il grano maturo veste di oro la terra. Avrai occhi grandi per guardare lontano e profondi per leggere nel cuore degli uomini. Avrai mani che sapranno accogliere ma che sapranno anche dare. Ed avrai forse il nostro cuore, che non è più lo stesso da quando è iniziata questa attesa che ci sta cambiando dentro e ci sta facendo crescere.
    Dopo quasi nove mesi ci riscopriamo diversi, persone nuove, generate ad una nuova vita, quasi come se anche noi avessimo vissuto nel grembo di una tenera madre. La chiameremo “madre attesa”. Sì, perché il tempo dell’attesa è proprio come una madre che nel suo grembo ti forma, ti fa crescere e ti rigenera con una nuova identità: da coppia si diventa famiglia, da marito e moglie papà e mamma, da sposi genitori.
    E così, in questo tempo, abbiamo imparato nuovamente a sperare, a guardare al futuro con gli occhi di chi ha fiducia, allontanando dal cuore il fatalismo e facendo spazio ad un ottimismo che dà gusto e voglia di vivere.
    Con cuore nuovo abbiamo ripreso anche a sognare. Proprio così, quest’attesa ha fatto rinascere in noi la voglia di fare progetti, allontanando la tentazione della rassegnazione di chi ormai, risucchiato nella routine di tutti i giorni, si lascia vivere e nulla chiede a se stesso e alla vita. Nel quotidiano anche noi un tempo ci stavamo insabbiando rischiando di sprecare il tempo a consumare esperienze. Ma poi ti sei fatta sentire e da allora non è stato più così. Il tempo ha riacquistato valore ed oggi è scandito dalle emozioni, dai battiti del tuo cuore e dai tuoi calcetti che al buio, la sera, ci fanno compagnia e ci fanno pregustare la tua presenza fra noi regalandoci un sorriso prima di addormentarci.
    Ma l’attesa ci ha educati anche a saper scegliere la vita comunque essa sia.
    “Amniocentesi” non è solo un termine medico, ma anche un bivio terribile nel quale ci siamo trovati poco dopo aver saputo della tua presenza. Ci chiesero se volevamo fare questo tipo di esame per sapere se tu eri una bimba “normale”. Ci dissero che avevamo solo poco tempo per decidere. Da quell’istante le nostre parole e i nostri pensieri si fecero ricerca e preghiera. Ma non ci volle molto tempo per confidarci che ti avremmo voluta ed amata comunque tu fossi stata. Fu allora che nei nostri cuori la paura cedette il posto alla pace.
    A quanti sentimenti ed emozioni ci sta educando questa attesa fatta di batticuori, di speranze, di progetti, di sguardi, di attenzioni e di mille e mille tenerezze.
    Cresciamo e impariamo senza sosta e ogni giorno ci sentiamo sempre più mamma e papà.
    Ma ormai il grano è maturo nei campi ed è tempo di incontrarti per poterci insieme incamminare lungo i sentieri della vita illuminati dal tuo sorriso e dal nostro amore.


    T e r z a
    p a g i n A


    NOVITÀ 2024


    Saper essere
    Competenze trasversali


    L'umano
    nella letteratura


    I sogni dei giovani x
    una Chiesa sinodale


    Strumenti e metodi
    per formare ancora


    Per una
    "buona" politica


    PROSEGUE DAL 2023


    Assetati d'eterno 
    Nostalgia di Dio e arte


    Abitare la Parola
    Incontrare Gesù


    Dove incontrare
    oggi il Signore


    PG: apprendistato
    alla vita cristiana


    Il filo di Arianna
    della politica


    Recensioni  
    e SEGNALAZIONI


    Santi giovani
    e giovinezza dei Santi


    NOVITÀ ON LINE


    Di felicità, d'amore,
    di morte e altro
    (Dio compreso)
    Chiara e don Massimo


    Ritratti di adolescenti
    A cura del MGS


    Storie di volontari


    Quello in cui crediamo
    Giovani e ricerca

    Rivista "Testimonianze"


    Universitari in ricerca
    Riflessioni e testimonianze FUCI


    Un "canone" letterario
    per i giovani oggi


    Sguardi in sala
    Tra cinema e teatro

    A cura del CGS

    invetrina2

    Etty Hillesum
    una spiritualità
    per i giovani
     Etty


    Semi e cammini 
    di spiritualità
    Il senso nei frammenti
    spighe


    Passeggiate nel
    mondo contemporaneo


     

    Main Menu