Cover instrumentum

Elledici 2018 - € 2,50 

Presentazione
Introduzione

I Parte
RICONOSCERE:
LA CHIESA IN ASCOLTO DELLA REALTÀ

II Parte
INTERPRETARE:
FEDE E DISCERNIMENTO VOCAZIONALE

III Parte
SCEGLIERE:
CAMMINI DI CONVERSIONE PASTORALE E MISSIONARIA

Conclusione
Preghiera per il Sinodo

1314


LAS 2018 - pp. 376 - € 25,00

Il sinodo è una grande occasione per l’integrazione dei giovani nella vita ecclesiale. Perché si realizzi bisogna avvicinare e incontrare i giovani nelle loro attuali situazioni esistenziali. La grande opportunità che non si deve sprecare è quella di sintonizzarsi sui bisogni nuovi che stanno emergendo e che evidenziano una crescente necessità di interiorizzazione e di ricerca di valori umani spirituali contro l’asfissiante prevalenza di valori materiali. Bisogna riuscire a intercettare queste esigenze e aiutarli a fare scelte significative che possano facilitare l’esperienza di Dio nella vita quotidiana.
Solo intercettando la ricerca di Dio “nascosta nelle domande di senso, di pienezza, di intensa umanità” si potrà cogliere la sensibilità umana aperta alla trascendenza. Se con i giovani si riuscirà ad avere fiducia, attenzione, ascolto e “uno sguardo profondo per scrutare l’animo giovanile dietro un’apparenza che nasconde tesori di interiorità e un’inedita attesa di Dio”, si potrà educare alla fede.
Il libro raccoglie i contributi dei due numeri monografici di "Salesianum"dedicati al tema del Sinodo.
(Dalla Presentazione del Rettor Magnifico Mauro Mantovani).

GLI STUDI

Presentazione (Vito Orlando)

Parte prima
SFIDE E OPPORTUNITÀ DEI GIOVANI NEL MONDO DI OGGI

1. Valerio CORRADI, Giovani ed esperienza religiosa: verso nuovi paradigmi (Università Cattolica - Brescia)
2. Fabio PASQUALETTI, "Giovani, fede e vocazione cristiana nell'era della tecnologia digitale" (FSC)
3. Joshtrom KUREETHADAM, "I giovani e la cura della casa comune: la sfida dell'educazione ecologia" (FdF)
4. Methode GAHUNGU, "Intercultura e discernimento vocazionale" (FSE)
5. Jose KURUVACHIRA, I giovani nella società multiculturale e multireligiosa (FDF)

Parte seconda
FEDE E VOCAZIONE, DISCERNIMENTO E ACCOMPAGNAMENTO

6. Giuseppe CREA, Sfida educativa e discernimento come processo di crescita. I giovani come interlocutori attivi per una formazione progettuale (FSE)
7. Lorenzo BIAGI, Discernimento come stile ed atteggiamento di vita" (IUSVE)
8. Mario Oscar LLANOS, Giovani, vocazione e realizzazione personale (FSE)
9. Carlo MENEGHETTI, La vocazione come "trampolino". Eccomi, ci sono! (IUSVE)
10. Francis-Vincent ANTHONY, Intercultura ed educazione alla fede (FT)

Parte terza
L'AZIONE EDUCATIVA E PASTORALE DELLA CHIESA

11. José Luis MORAL, "Pastorale Giovanile: Fede ed educazione nella transizione all'età adulta" (FSE)
12. Jesús Manuel GARCÍA GUTIERREZ, Profilo spirituale dell'accompagnatore dei giovani (FT)
13. Miran SAJOVIC, "L'accompagnamento dei giovani nei Padri della Chiesa" (FLCC)
14. Jesu PUDUMAI Doss, Giovani e scelte nella vita cristiana: alcune considerazioni canoniche (FDC)
15. Giorgio DEGIORGI, «Vera educatio". Considerazioni canoniche circa l'educazione dei giovani" (FDC)

Segnalazione

ruggeri

PREFAZIONE
Eugenio Borgna

Mi sono occupato molto del tema della debolezza, denominazione non diversa da quella di fragilità, nei miei lavori di psichiatria, cercando di coglierne gli aspetti psicologici e umani, che in modi diversi fanno parte della vita, e che sono mirabilmente descritti da Blaise Pascal in una delle sue sfolgoranti intuizioni. La vorrei citare come premessa alla mia prefazione a questo bellissimo saggio: «L’uomo non è che una canna, la più fragile di tutta la natura, ma è una canna pensante. Non occorre che l’universo intero si armi per annientarlo: un vapore, una goccia d’acqua è sufficiente per ucciderlo. Ma quando l’universo lo schiacciasse, l’uomo sarebbe anche allora più nobile di ciò che lo uccide, perché egli sa di morire e il vantaggio che l’universo ha su di lui. L’universo non ne sa nulla».
Alla psichiatria non è possibile se non seguire il cammino indicato da queste parole, ma in questo suo bellissimo saggio, dall’emblematico titolo di Disarmante debolezza, Giacomo Ruggeri ne amplia i significati come ci annuncia del resto il sottotitolo: Le fragilità nella formazione e nel discernere. La fragilità è il desiderio di ascolto, di gentilezza, di servizio a sé e agli altri, e ci consente di sfuggire al fascino stregato delle ideologie, al deserto della indifferenza e dell’egoismo, della aggressività e della violenza, e infine al silenzio di Dio. Mai le persone fragili sono capaci di fare del male, e la fragilità dischiude il loro cuore alla tenerezza e alla letizia francescana, alla comunione e alla solidarietà, alla coscienza dei propri limiti e alla preghiera, alla accettazione della vita e della morte, e sono queste alcune delle splendide linee tematiche del libro, ma non sono le sole.
La sua originalità e la sua profondità, la sua ricchezza emozionale e spirituale, la sua riscoperta della fragilità come comprensione del dolore e della sofferenza, della speranza e dell’attesa, del bene e del male, del vivere e del morire, della coscienza di sé e dei suoi limiti, allargano i confini della fragilità e ne annullano l’immagine dominante di una fragilità vissuta abitualmente come inutile e antiquata, immatura e malata, inconsistente e destituita di senso, estranea allo spirito del tempo. Sulla scia di parole molto belle l’autore del libro scrive che pensare alla fragilità significa guardare a ciò che in noi non è ancora maturo, e ci consente di capire quello che avviene in noi al fine di imparare cosa ci sia e cosa si agiti nel cuore degli altri. Ma vivere la fragilità come fonte di conoscenza di sé e dell’altro da noi ci consente di cogliere le luci e le ombre delle parole, di queste creature viventi, che si nutrono della fragilità, e delle precarietà, delle scelte della nostra vita. Certo, quando la fede e la speranza fanno parte della nostra vita, la fragilità dà un senso anche alle ore del dolore, dell’angoscia e della tristezza.
Il grande merito di questo libro è (anche) quello di considerare la debolezza, la fragilità, non solo nei suoi aspetti psicologici umani, ma nelle sue ascendenze evangeliche, che giungono a ricondurre la fragilità nel cuore della fede, della preghiera e della speranza, della morte. La fragilità è condivisione delle attese e delle speranze degli altri, ed è antidoto alla tristezza e alla rassegnazione, e questo lo si dice sulla scia di alcuni splendidi riferimenti biblici.
Un libro bellissimo che vorrei siano in molti a leggere, e a meditare, raccogliendone le molteplici sorgenti psicologiche, umane e spirituali, della fragilità, e dei suoi valori. Un libro che si legge con interesse, e con emozione, e che rende più ricca la nostra fede e la nostra speranza, la nostra comprensione del dolore e della fatica di vivere, la nostra vocazione alla solidarietà e alla comunione, che sono così necessari in una epoca divorata dalla indifferenza e dall’egoismo, e dalla crisi di speranza.


INDICE

Prefazione (Eugenio Borgna)

Debolezza
Un testo sulla debolezza
Perché la debolezza
La debolezza e il mondo
La debolezza e il dolore La debolezza, la morte fisica, la morte interiore
La debolezza, il male, il bene
La debolezza e le relazioni
La debolezza e l’idea di sé

Fragilità
Fragilità, forza nascosta
Fragilità, strada verso casa
A tu per tu con la fragilità: che fare?
I doni della fragilità
La fragilità nutre la perseveranza
Condividere e trafficare la fragilità
Fragilità, antidoto a tristezza e rassegnazione

Postfazione (P. Anselm Grün, OSB)

Qui il Link della collana:
http://www.ilpozzodigiacobbe.it/discernere-hic-et-nunc/

Qui il link del primo volume:
http://www.ilpozzodigiacobbe.it/discernere-hic-et-nunc/disarmante-debolezza/

  

Libro omaggio dell'Autore

Le domande su Dio

che i giovani si fanno

Scienziati davanti Dio

qui il pdf scaricabile

 

Università Pontificia Salesiana

e Pontificia Facoltà Auxilium

insieme per i

#giovaniesceltedivita

image001
In prossimità della celebrazione del Sinodo dei Vescovi su “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”, l’Università Pontificia Salesiana e la Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione “Auxilium” organizzano dal 20 al 23 settembre 2018 il Congresso Internazionale “Giovani e scelte di vita: prospettive educative”.

Il Congresso si svilupperà secondo quattro sessioni:
Ascolto dei molteplici e plurali mondi giovanili, per cogliere nei giovani sfide e opportunità per formarli alle scelte intese come “esercizio di autentica libertà umana e di responsabilità”;
Approfondimento del rapporto giovani - scelte di vita secondo, per accompagnare i giovani nel passaggio alla vita adulta e per la costruzione della propria identità;
Offerta di alcune prospettive di intervento educativo e pastorale a partire dal contributo originale del carisma educativo salesiano che si esprime nel criterio preventivo;
Presentazione di alcune buone pratiche di percorsi, per educare i giovani alle scelte nei diversi ambiti di vita.

Il Congresso intende offrire un contributo allo studio del mondo giovanile in rapporto alle scelte di vita a partire dallo specifico punto di vista che qualifica la ricerca universitaria nell’ambito delle scienze dell’educazione e nella prospettiva più generale dell’umanesimo pedagogico cristiano che sta a fondamento del Sistema preventivo di san Giovanni Bosco.

Indicazioni "social"
Sito web del Congresso
: www.giovaniesceltedivita.org

Twitter: #giovaniesceltedivita
Facebook: pagina "Giovani e scelte di vita"

Per ulteriori informazioni
www.giovaniesceltedivita.org

 

cop

Molti giovani nati in Italia da genitori immigrati o cresciuti fin da piccoli nel nostro Paese documentano la presenza di una nuova e consistente realtà sociale, che ha come "cifra" quella di coniugare in modo creativo e dinamico la cultura italiana che incontrano a scuola e nei vari ambiti della società con la tradizione delle terre di cui sono originari. Come tutti i giovani, al di là della loro nazionalità, non si accontentano di una trasmissione meccanica di valori ereditati dal passato o desunti dalla società in cui vivono, vogliono verificare se e come quello che viene loro proposto è utile per vivere il presente.
La loro identità non è statica e immutabile, ma si costituisce in un rapporto aperto e dinamico con la realtà, caratterizzato dalla disponibilità a considerare "l'altro" come qualcosa di necessario al compimento del proprio "io". Così nasce e si sviluppa una "identità arricchita", capace di crescere e maturare nell'incontro con altre identità, in un rapporto di reciprocità. Sta qui il fondamento di quella "cultura dell'incontro" più volte evocata anche da Papa Francesco come antidoto alla "globalizzazione dell'indifferenza" che mina le basi della convivenza.
Le nuove generazioni sono una realtà che induce a considerare l'Italia multietnica come una risorsa che può arricchire la società, e nello stesso tempo rappresentano una sfida con cui misurarsi, perché rilanciano le domande su cosa significhi oggi essere italiani al di là dei legami di sangue e dell'appartenenza alla medesima etnia, sul fondamento del patto di cittadinanza, sul senso di una identità nazionale, su come sia possibile ritrovarsi uniti in una società dove convivono culture differenti.

(testo pdf)

 

Volti e situazioni

di vulnerabilità giovanile:

dal disagio manifesto

ai diritti negati

Rapporto Caritas 2017

 Cop Rapporto Caritas2017

(estratto pdf)

1. Il divario generazionale
2. La mobilità sociale
3. Abbandono scolastico, dispersione e povertà educativa
4. La disoccupazione
5. Neet, senza lavoro e senza studio
6. Il diritto all’abitare
7. Il doppio svantaggio dei giovani stranieri
8. Rifugiati e richiedenti asilo di nuova generazione
9. Vecchie e nuove dipendenze

Letteratura 
e formazione

letteraturapic

Apprendere 
dall'esperienza

esperienzapic

Pedagogia 
interculturale

pedagogia interculturale1

Sinodo sui giovani 
Un osservatorio
Commenti. riflessioni, proposte  

logo-SINODO-GIOVANI-colori-295x300

Newsletter
Speciale 2018
(Estate-Settembre-Ottobre)
NLspeciale2018

Di animazione,
animatori
e altre questioni
NPG e «animazione culturale»

animatori

Newsletter NPG



Ricevi HTML?

invetrina2

Laboratorio
dei talenti 2.0
Una rubrica FOI

rubrica oratorio ridotta

No balconear 
Rubrica ispirata al/dal Papa
 

lostintranslation 1

Sulle spalle... 
dei giganti

giganti

Temi di PU 
(pastorale universitaria)

temi di PU

rubriche

 Il Vangelo
del giorno
(Monastero di Bose)

Lezionario 1

Storia "artistica"
della salvezza 

agnolo bronzino discesa di cristo al limbo 1552 dettaglio2

I cammini 
Una proposta-esperienza
per i giovani
e materiali utili

vie

Bellezza, arte 
e PG
(e lettere dal mondo)

arteepg

Etty Hillesum 
una spiritualità
per i giovani

 Etty

Semi di
spiritualità
Il senso nei frammenti

spighe

 

Lo zibaldone. 
Di tutto un po'
Tra letteratura, arte e pastorale...

zibaldone

Società, giovani 
e ragazzi
Aspetti socio-psico-pedagogici  

ragazziegiovani

Sussidi e materiali 
x l'animatore in gruppo 
 

cassetta

Margherita Pirri: Un giorno di maggio

LIVE

Il numero di NPG 
in corso
Estate 2018

cop estate2018

Il numero di NPG 
in corso
Settembre-Ottobre 2018

cop sett-ott2018

Post It

1. Abbiamo spedito agli abbonati, in un unico invio, il numero estivo (con i materiali di approfondimento per la proposta educativo-pastorale salesiana: "Io sono una missione - #perlavitadeglialtri") e quello di settembre-ottobre (sul Sinodo "Nel cuore del Sinodo. Temi generativi, sfide provocatorie, inviti alla conversione")

2. Uno splendido omaggio ai nostri abbonati: il libretto dell'INSTRUMENTUM LABORIS del Sinodo, in allegato alla spedizione dei due NPG di cui sopra

3. On line tutta NPG fino all'annata 2013 (come promesso, fino a 5 anni fa), e pulizia-aggiornamento definitivo dei files delle annate precedenti

Progettare PG

progettare

novita

ipad-newspaper-G

NPG: appunti 
per una storia

2010 SDB - NPG Logo 02 XX

Le ANNATE di NPG 
1967-2018 
 

annateNPG

I DOSSIER di NPG 
(dall'ultimo ai primi) 
 

dossier

Le RUBRICHE NPG 
(in ordine alfabetico)
Alcune ancora da completare 
 

Rubriche

Gli AUTORI di NPG
ieri e oggi 

pennapennino

Gli EDITORIALI NPG 
1967-2018 
 

editorialeRIDOTTO

INDICI NPG
50 ANNI
 
Voci tematiche - Autori - Dossier

search

VOCI TEMATICHE 
di NPG
(in ordine alfabetico) 
 

dizionario

I LIBRI di NPG 
Giovani e ragazzi,
educazione, pastorale
 

libriNPG

I «QUADERNI» 
dell'animatore

quaderni

 

Alcuni PERCORSI 
educativo-pastorali in NPG
 

percorsi

I SEMPREVERDI 
I migliori DOSSIER di NPG 
 

vite N1

NOTE'S GRAFFITI 
Materiali di lavoro
con gruppi di ragazzi e adolescenti 
 

medium

webtvpic

SOCIAL AREA

 
socialareaok2 r1_c1_s1 socialareaok2 r1_c2_s1 socialareaok2 r1_c3_s1 socialareaok2 r1_c4_s1

NPG Facebook

NPG Twitter

Contattaci

Note di pastorale giovanile
via Marsala 42
00185 Roma

Telefono: 06 49 40 442

Fax: 06 44 63 614

Email

sitica1

MAPPE del SITO 
navigare con una bussola

mappesito 1

PROGRAMMAZIONE
NPG 2018

programmazione 1

LECTIO DIVINA 
o percorsi biblici

lectiodivina 1 

DOTTRINA SOCIALE 
della Chiesa

dottrina 1

LE INTERVISTE: 
PG e...

interviste 1

ENTI CNOS

cospes tgs cnosfap cgs cnosscuola scsOK1 cnossport

SITI AMICI

Salesiani di Don Bosco Figlie di Maria Ausiliatrice editrice elledici università pontificia salesiana Servizio nazionale di pastorale giovanile Movimento Giovanile Salesiano salesitalia Mision Joven Dimensioni Mondo Erre DonBoscoland Scritti di Don Bosco ans bollettino
LogoMGSILE valdocco missioni vis asc exallievi vcdb mor ICC icp ILE ime ine isi