Attesi dal suo amore
    Proposta pastorale 2024-25 

    Materiali di approfondimento


    Letti 
    & apprezzati


    Il numero di NPG
    luglio-agosto 2024


    Il numero di NPG
    speciale sussidio 2024


    Newsletter
    luglio-agosto 2024


    Newsletter
    SPECIALE 2024


    P. Pino Puglisi
    e NPG
    PPP e NPG


    Pensieri, parole
    ed emozioni


    Post it

    • On line il numero di LUGLIO-AGOSTO di NPG sul tema degli IRC, e quello SPECIALE con gli approfondimenti della proposta pastorale.  E qui le corrispondenti NEWSLETTER: luglio-agostospeciale.
    • Attivate nel sito (colonna di destra "Terza paginA") varie nuove rubriche per il 2024.
    • Linkati tutti i DOSSIER del 2020 col corrispettivo PDF.
    • Messa on line l'ANNATA 2020: 118 articoli usufruibili per la lettura, lo studio, la pratica, la diffusione (citando gentilmente la fonte).
    • Due nuove rubriche on line: RECENSIONI E SEGNALAZIONI. I libri recenti più interessanti e utili per l'operatore pastorale, e PENSIERI, PAROLE

    Le ANNATE di NPG 
    1967-2024 


    I DOSSIER di NPG 
    (dall'ultimo ai primi) 


    Le RUBRICHE NPG 
    (in ordine alfabetico
    e cronologico)
     


    Gli AUTORI di NPG
    ieri e oggi


    Gli EDITORIALI NPG 
    1967-2024 


    VOCI TEMATICHE 
    di NPG
    (in ordine alfabetico) 


    I LIBRI di NPG 
    Giovani e ragazzi,
    educazione, pastorale

     


    I SEMPREVERDI
    I migliori DOSSIER NPG
    fino al 2000 


    Animazione,
    animatori, sussidi


    Un giorno di maggio 
    La canzone del sito
    Margherita Pirri 


    WEB TV




    Un’altra storia



    Nicoletta Grieco

    (NPG 1999-08-08)


    Quando finisce l’estate si è sempre tristi, sembra che qualcosa muoia dentro e con esso i nostri momenti più belli.
    Io, invece, voglio raccontarvi un’altra storia, o meglio da un altro punto di vista.
    Sono un’adolescente normale e ho passato una splendida estate come tutte quelle di cui ho memoria ma, a differenza degli altri anni, in cui le prime foglie autunnali mi provocavano fiumi di lacrime, quest’anno i miei ricordi, le immagini di questa estate di cui ho pieni i miei giovani occhi saranno la compagnia migliore per affrontare l’inverno.
    Durante le serate invernali, quando fa buio prestissimo ed avrò davanti a me una montagna di compiti da fare, mi basterà chiudere gli occhi per ricordare quella sera d’agosto in cui, con i miei amici del mare, abbiamo organizzato una festa sulla spiaggia.
    Basterà poco per sentire l’odore della salsedine penetrare le narici, per sentire il suono della musica come sottofondo delle nostre danze, e per vedere il cielo buio puntellato di stelle sulla mia testa.
    Nelle domeniche invernali, quando la pioggia tintinna contro le finestre e non avrò voglia di uscire dalle coperte, mi accoccolerò ancor più sotto, ma sarà il calore del sole di quest’estate a riscaldarmi: con gli occhi socchiusi rivedrò le corse sulla spiaggia e i tuffi nell’acqua limpida, i giochi in circolo tutti insieme, le corse in bicicletta giù per la discesona.
    Quando mia madre mi chiamerà la mattina per andare a scuola immaginerò che mi sta chiamando per fare colazione in veranda, tutti insieme mentre il sole filtra tra l’edera, e la giornata è ancora tutta davanti piena di presagi e cose belle da fare.
    Nelle sere fredde, quando mi prenderà la solitudine e la malinconia, penserò a quella passeggiata sulla spiaggia; io e Marco che ci allontaniamo lentamente dal gruppo, e non parliamo più. Ogni tanto, di sottecchi, ci scambiamo uno sguardo veloce, poi lui, timidamente, mi prende la mano e me la stringe forte.
    Non ci sono più rumori se non quello del mare e quello dei nostri cuori che sembrano sbattere contro il nostro petto, quasi a scoppiare di felicità.
    Sono ancora piccola ma già conosco la nostalgia, solo che ho deciso che la nostalgia, se vissuta intensamente, può dare piacere attraverso il ricordo.
    Come diceva la prof. mentre spiegava Leopardi l’anno scorso, il passato, essendo più «vago» sembra ancora più bello, e allora, visto che sono giovane e mi aspettano tante bellissime estati tutte splendidamente diverse, perché ricordare una cosa bella dovrebbe farmi soffrire?
    Voi che ne pensate?


    T e r z a
    p a g i n A


    NOVITÀ 2024


    Saper essere
    Competenze trasversali


    L'umano
    nella letteratura


    I sogni dei giovani x
    una Chiesa sinodale


    Strumenti e metodi
    per formare ancora


    Per una
    "buona" politica


    Sport e
    vita cristiana
    rubrica sport


    PROSEGUE DAL 2023


    Assetati d'eterno 
    Nostalgia di Dio e arte


    Abitare la Parola
    Incontrare Gesù


    Dove incontrare
    oggi il Signore


    PG: apprendistato
    alla vita cristiana


    Passeggiate nel
    mondo contemporaneo
     


    NOVITÀ ON LINE


    Di felicità, d'amore,
    di morte e altro
    (Dio compreso)
    Chiara e don Massimo


    Vent'anni di vantaggio
    Universitari in ricerca
    rubrica studio


    Storie di volontari
    A cura del SxS


    Voci dal
    mondo interiore
    A cura dei giovani MGS

    MGS-interiore


    Quello in cui crediamo
    Giovani e ricerca

    Rivista "Testimonianze"


    Universitari in ricerca
    Riflessioni e testimonianze FUCI


    Un "canone" letterario
    per i giovani oggi


    Sguardi in sala
    Tra cinema e teatro

    A cura del CGS


    Recensioni  
    e SEGNALAZIONI

    invetrina2

    Etty Hillesum
    Una spiritualità per i giovani Etty


    Semi e cammini 
    di spiritualità
    Il senso nei frammenti
    spighe


    Note di pastorale giovanile
    via Giacomo Costamagna 6
    00181 Roma

    Telefono
    06 4940442

    Email

    Main Menu