Campagna
    abbonamenti
    QuartinoNPG2024


    Letti 
    & apprezzati


    Il numero di NPG
    marzo-aprile 2024
    600 cop 2024 2


    Il numero di NPG
    gennaio-febbraio 2024


    Newsletter
    marzo-aprile 2024
    NL 2 2024


    Newsletter
    gennaio-febbraio 2024


    P. Pino Puglisi
    e NPG
    PPP e NPG


    Pensieri, parole
    ed emozioni


    Post it

    • On line il numero di MARZO-APRILE di NPG sulla narrazione biblica, e quello di GENNAIO-FEBBRAIO sulle strutture pastorali.  E qui le corrispondenti NEWSLETTER: marzo-aprilegennaio-febbraio.
    • Attivate nel sito (colonna di destra "Terza paginA") varie nuove rubriche per il 2024.
    • Linkati tutti i DOSSIER del 2020 col corrispettivo PDF.
    • Messa on line l'ANNATA 2020: 118 articoli usufruibili per la lettura, lo studio, la pratica, la diffusione (citando gentilmente la fonte).
    • Due nuove rubriche on line: RECENSIONI E SEGNALAZIONI. I libri recenti più interessanti e utili per l'operatore pastorale, e PENSIERI, PAROLE

    Le ANNATE di NPG 
    1967-2024 


    I DOSSIER di NPG 
    (dall'ultimo ai primi) 


    Le RUBRICHE NPG 
    (in ordine alfabetico
    e cronologico)
     


    Gli AUTORI di NPG
    ieri e oggi


    Gli EDITORIALI NPG 
    1967-2024 


    VOCI TEMATICHE 
    di NPG
    (in ordine alfabetico) 


    I LIBRI di NPG 
    Giovani e ragazzi,
    educazione, pastorale

     


    I SEMPREVERDI
    I migliori DOSSIER NPG
    fino al 2000 


    Animazione,
    animatori, sussidi


    Un giorno di maggio 
    La canzone del sito
    Margherita Pirri 


    WEB TV


    NPG Facebook


    NPG Twitter



    Note di pastorale giovanile
    via Giacomo Costamagna 6
    00181 Roma

    Telefono
    06 4940442

    Email

    Giovani e religione. I risultati di una indagine internazionale


    Giovani e religione

    I risultati di una indagine internazionale



    Cresce fra i giovani, in tutto il mondo, l’interesse per la spiritualità: è uno dei risultati di un’indagine realizzata dal Gruppo di Ricerca Footprints. Young People: Expectations, Ideals, Beliefs della Pontificia Università della Santa Croce, insieme all’istituto di sondaggi spagnolo GAD3, che sono stati presentati il 29 febbraio 2024 presso la sede dell’Università (Aula Álvaro del Portillo).
    L’analisi si è svolta nei mesi di novembre e dicembre 2023 ed è stata realizzata in 8 Paesi: Argentina, Brasile, Italia, Kenya, Messico, Filippine, Spagna e Regno Unito. Il campione è composto da 4.889 giovani tra i 18 e 29 anni di età.
    L’indagine fa parte di un progetto di ricerca internazionale in cui sono coinvolte 8 Università (Pontificia Università della Santa Croce, Università Panamericana di Messico, Catholic University of Buenos Aires, Università di Navarra in Spagna, Strathmore University of Kenya, Saint Mary University di Londra, University of Asia and the Pacific da Filippine e The State University of Campinas – UNICAMP). Insieme fanno parte del Gruppo di ricerca Footprints. Young People: Expectations, Ideals, Beliefs della Pontificia Università della Santa Croce.
    All’evento del 29 di febbraio si sono offerti dati d’interesse legati allo stato della religiosità e dell’espressione della fede e dei valori dei giovani, la visione dei giovani sulle dinamiche della guerra nel mondo, la percezione sulla pena di morte e sulla corruzione politica, la visione sulla Chiesa come istituzione.

    QUI ALCUNI RISULTATI IN CARTOGRAFICA

     

    Il commento

    “Negli ultimi anni la spiritualità tra i giovani si è mantenuta stabile, quando non è addirittura aumentata, nell’83% dei casi", commenta con Vatican News la professoressa Gema Maria Bellido, docente di Fondamenti della Comunicazione istituzionale e responsabile del progetto Footprint che ha commissionato la raccolta dati. "La maggior parte dei ragazzi e delle ragazze crede in Dio e ha una percezione positiva della Chiesa, vista come guida e non come istituzione politico-temporale”. Tra i risultati generali della ricerca, anche l’aumento del senso civico e dell’interesse verso le questioni sociali.

    La religione influenza le scelte morali
    Sono le questioni sociali e la preghiera, secondo il dossier presentato, i temi sui quali i giovani si fanno maggiormente guidare dalla religione e dalla spiritualità quando devono fare scelte di tipo morale: anche se sono i credenti ad ammettere l’esistenza del peccato e non gli atei, la maggioranza (67%) crede che sia la coscienza a determinare ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. Per questo, ad esempio, la guerra è considerata ingiustificabile come pure la corruzione politica e i problemi ambientali: “Queste sono le tematiche ricorrenti che abbiamo rilevato e che accomunano tutti i giovani indipendentemente dalla loro fede o dall’assenza di fede”, precisa la professoressa Bellido, affermando che molti dei temi specifici saranno approfonditi in ricerche successive. Così, ad esempio, la pena di morte è meno accettata dai cattolici, mentre la contrarietà alla legalizzazione della prostituzione è un altro tema comune a tutti.

    La fede vissuta con convinzione e non come tradizione
    Nonostante emerga come forte fattore d’influenza la provenienza geografica dei giovani intervistati sulle loro risposte, la ricerca registra un aumento generale delle fede vissuta per convinzione e praticata, ad esempio, per i cristiani andando a Messa e prendendo parte ai Sacramenti (soprattutto Riconciliazione ed Eucaristia) e non come tradizione o consuetudine: tendenza che si profila come risultato originale di questo studio. “Su questa questione i Paesi risultano divisi in tre gruppi – spiega ancora la docente – se Kenya, Filippine e Brasile manifestano una forte religiosità e una grande pratica religiosa, notiamo che in Italia e Spagna una percentuale di giovani inferiore si identifica come credente, ma manifesta al tempo stesso anche una consapevolezza più profonda della fede; Messico e Argentina, infine si pongono in una posizione intermedia e il Regno Unito è un caso unico”.

    Gli atei, gli agnostici e la preghiera
    Interessante anche il dato secondo cui molti giovani si ritrovano a pregare in alcune circostanze: tendenza comune a tutti, atei e agnostici compresi. In particolare, si definiscono atei e agnostici per il 56% gli uomini e sono localizzati soprattutto in Italia e Spagna che risultano dunque - tra quelli presi in esame - i Paesi a maggior tasso di secolarizzazione. Uno dei principali motivi per non credere che vengono esplicitati dagli intervistati è l’impossibilità di comprendere il mistero della fede: “Questo dato emerge soprattutto in Italia e nel Regno Unito”, specifica Bellido, che però non si dice convinta di questa motivazione portata alla base della ragione del non credere da parte di atei e agnostici, ma indicata come una difficoltà anche dai credenti.

    Il paradigma dell’ascolto continuo
    La ricerca è consistita in un progetto continuativo basato sull’ascolto continuo, si tratta di una metodologia importante e al tempo stesso originale: “Il motivo è la capacità di coniugare l’aspetto quantitativo e quello qualitativo dei dati raccolti”, afferma infine l'esperta, che annuncia come nei prossimi mesi, sempre in collaborazione con le università partner, saranno approfonditi alcuni temi con indagini specifiche. “Ci occuperemo dei giovani e le relazioni e i giovani e il lavoro e il bene comune", conclude, "l’obiettivo dell’indagine per le università partecipanti è adeguare la propria offerta formativa alle esigenze reali che vengono manifestate dai giovani”.

    (a cura di Roberta Barbi – Città del Vaticano)

    FONTE:
    https://www.vaticannews.va/it/vaticano/news/2024-02/ricerca-giovani-spiritualita.html


    T e r z a
    p a g i n A


    NOVITÀ 2024


    Saper essere
    Competenze trasversali


    L'umano
    nella letteratura


    I sogni dei giovani x
    una Chiesa sinodale


    Strumenti e metodi
    per formare ancora


    Per una
    "buona" politica


    Sport e
    vita cristiana
    rubrica sport


    PROSEGUE DAL 2023


    Assetati d'eterno 
    Nostalgia di Dio e arte


    Abitare la Parola
    Incontrare Gesù


    Dove incontrare
    oggi il Signore


    PG: apprendistato
    alla vita cristiana


    Passeggiate nel
    mondo contemporaneo

     


    NOVITÀ ON LINE


    Di felicità, d'amore,
    di morte e altro
    (Dio compreso)
    Chiara e don Massimo


    Vent'anni di vantaggio
    Universitari in ricerca
    rubrica studio


    Storie di volontari
    A cura del SxS


    Voci dal
    mondo interiore
    A cura dei giovani MGS

    MGS-interiore


    Quello in cui crediamo
    Giovani e ricerca

    Rivista "Testimonianze"


    Universitari in ricerca
    Riflessioni e testimonianze FUCI


    Un "canone" letterario
    per i giovani oggi


    Sguardi in sala
    Tra cinema e teatro

    A cura del CGS


    Recensioni  
    e SEGNALAZIONI

    invetrina2

    Etty Hillesum
    una spiritualità
    per i giovani
     Etty


    Semi e cammini 
    di spiritualità
    Il senso nei frammenti
    spighe


    Ritratti di adolescenti
    A cura del MGS


     

    Main Menu