Stampa
PDF

Perché ci chiamiamo "giovanile"?

 

Editoriale

Alberto Martelli

(NPG 2015-03-2)

 

Continuiamo ad approfondire le linee editoriali e le questioni pastorali che abbiamo accennato in apertura del primo numero di quest’anno.
Dicevamo allora: «Abbiamo imparato in questi anni il valore di pensare la nostra pastorale in termini evolutivi, anche grazie agli approfondimenti delle scienze umane che ci hanno guidato nel nostro agire per il bene dei giovani. Ora crediamo sia venuto il momento di ripensare tali tematiche dal punto di vista della rivelazione».
In una domanda riassuntiva potremmo oggi chiederci: come mai la nostra rivista ritiene che il termine giovanile, che ne caratterizza da sempre il titolo, non sia soltanto un aggettivo, ma un vero e proprio sostantivo di riferimento?
Proviamo a rispondere a questa domanda proponendo al lettore due elementi che ci sembrano assolutamente qualificanti il nostro modo di intendere il lavoro e la riflessione pastorale.
In primo luogo NPG è giovanile perché crede che i giovani ne siano non solo destinatari, ma protagonisti.
Noi siamo padri ed educatori, ma lontani da ogni pensiero paternalistico. Riteniamo infatti che i giovani non siano semplicemente destinatari dell’operare di una comunità adulta e, quindi, recettori di un’opera pastorale, seppur fatta con le migliori intenzioni e con i migliori esperti. Noi riteniamo che i giovani siano effettivamente i primi educatori ed evangelizzatori dei giovani e che l’età giovanile sia una età che fa del protagonismo la propria caratteristica portante e chiede, quindi, di valorizzare questo aspetto fondamentale del loro essere.
I giovani sono i co-scrittori e co-fondatori delle nostre riflessioni. Forse non sempre ci rivolgiamo a loro, ma certo sempre ci rivolgiamo ad una comunità di adulti che sa essere padre, cioè sa dare al proprio figlio il giusto posto e la giusta responsabilità nell’essere protagonista del proprio mondo.
La nostra pastorale è giovanile perché i giovani ne sono pienamente coinvolti, ne sono la principale risorsa, ne sono i migliori pensatori e migliori organizzatori, perché da giovani è possibile essere santi e come tali è possibile essere veri evangelizzatori dei propri coetanei e del mondo.
Il tema giovanile apre poi una seconda importante riflessione: la nostra rivista è tale perché è accordata all’età dei giovani.
Dopo alcuni decenni in cui abbiamo a lungo insistito sulla questione, è ormai consapevolezza comune degli operatori che la vita non è un continuum senza interruzioni e diversità, ma una serie di età della vita che si susseguono, scandiscono il nostro crescere, caratterizzano la nostra vita. Sulla base di questa consapevolezza si sono sviluppate innumerevoli inchieste e ricerche per cercare di definire sempre meglio le caratteristiche di queste età. E, sempre sulla base di questa idea di fondo, abbiamo sviluppato negli anni una serie di itinerari di educazione alla fede che hanno saputo intercettare queste diverse età, adattarsi ad esse e aiutare il loro sviluppo.
Ora riteniamo che sia compito di una seria riflessione pastorale provare a fare un passo avanti rispetto a queste consapevolezze già assodate.
Due sono le direzioni che ci sembra necessario percorrere: intrecciare il tema delle età della vita con il tema dell’iniziazione cristiana e il tentare di sviluppare un pensiero teologico di queste età.
Per il primo cammino l’impressione è che le età non si muovano una dopo l’altra semplicemente crescendo, ma in modo simile a come la riflessione sull’iniziazione cristiana ci ha aiutato a pensare la crescita in questi ultimi ani. L’età della vita non è solo una fase di passaggio, ma una fase che è contemporaneamente pienezza, anticipo e passaggio. Pienezza perché in quell’età la persona è completa in se stessa, pur non essendo adulta; anticipo perché in quell’età di vive in modo particolare una caratteristica della persona che il singolo dovrà maturare e portare avanti per tutta la vita; passaggio perché soltanto vivendo in pienezza quell’età e lasciandosela alle spalle è possibile compiere il salto iniziatico verso il futuro.
La seconda direzione ci spinge a sviluppare una antropologia teologica di riferimento che tenga conto delle varie età della vita. Perché è possibile essere santi da giovani? Qual è la pienezza della rivelazione che è possibile vivere in ogni età e non soltanto da adulti? E cosa dice la rivelazione sul senso delle diverse età in modo da non restare in balia delle sole scienze umane o della sola descrizione empirica?
NPG è giovanile perché crediamo nei giovani e nell’impegno che questo termine si porta dietro per noi educatori ed evangelizzatori. Questa è la nostra sfida e il nostro futuro.

 

Verso Panama 
XXXIV GMG
  

logo panama

Sinodo sui giovani 
Un osservatorio
Commenti. riflessioni, proposte  

logo-SINODO-GIOVANI-colori-295x300

Newsletter
Novembre 2018
NL-nov18

Newsletter NPG



Ricevi HTML?

invetrina2

Laboratorio
dei talenti 2.0
Una rubrica FOI

rubrica oratorio ridotta

No balconear 
Rubrica ispirata al/dal Papa
 

lostintranslation 1

Sulle spalle... 
dei giganti

giganti

Temi di PU 
(pastorale universitaria)

temi di PU

rubriche

 Il Vangelo
del giorno
(Monastero di Bose)

Lezionario 1

Storia "artistica"
della salvezza 

agnolo bronzino discesa di cristo al limbo 1552 dettaglio2

I cammini 
Una proposta-esperienza
per i giovani
e materiali utili

vie

Bellezza, arte 
e PG
(e lettere dal mondo)

arteepg

Etty Hillesum 
una spiritualità
per i giovani

 Etty

Semi di
spiritualità
Il senso nei frammenti

spighe

 

Società, giovani 
e ragazzi
Aspetti socio-psico-pedagogici  

ragazziegiovani

LIVE

Contattaci

Note di pastorale giovanile
via Marsala 42
00185 Roma

Telefono: 06 49 40 442

Fax: 06 44 63 614

Email

Il numero di NPG 
in corso
Dicembre 2018

400 dic 18

Il numero di NPG 
precedente
Novembre 2018

NPG novembre 2018

Post It

1. In stampa il numero di dicembre, con il dossier sulla SCUOLA e la Via Amerina come cammino proposto e "commentato"

2. Sul sito, il più completo RAPPORTO SUL SINODO esistente on line

3. In homepage materiali relativi alla prossima GMG di Panama

4. In homepage un denso articolo sull'Oratorio  e i suoi percorsi educativi

5. Abbiamo inserito nel sito tutta l'annata NPG del 2014. Ecco la ragione per cui tra gli "ultimi articoli inseriti" compaiono anche scritti di quell'anno

Le ANNATE di NPG 
1967-2019 

annateNPG

I DOSSIER di NPG 
(dall'ultimo ai primi) 
 

dossier

Le RUBRICHE NPG 
(in ordine alfabetico)
Alcune ancora da completare 
 

Rubriche

Gli AUTORI di NPG
ieri e oggi 

pennapennino

Gli EDITORIALI NPG 
1967-2019 

editorialeRIDOTTO

INDICI NPG
50 ANNI
 
Voci tematiche - Autori - Dossier

search

VOCI TEMATICHE 
di NPG
(in ordine alfabetico) 
 

dizionario

I LIBRI di NPG 
Giovani e ragazzi,
educazione, pastorale
 

libriNPG

I «QUADERNI» 
dell'animatore

quaderni

 

Alcuni PERCORSI 
educativo-pastorali in NPG
 

percorsi

I SEMPREVERDI 
I migliori DOSSIER di NPG 
 

vite N1

NOTE'S GRAFFITI 
Materiali di lavoro
con gruppi di ragazzi e adolescenti 
 

medium

Di animazione,
animatori
e altre questioni
NPG e «animazione culturale»

animatori

Sussidi e materiali 
x l'animatore in gruppo 
 

cassetta

webtvpic

SOCIAL AREA

 
socialareaok2 r1_c1_s1 socialareaok2 r1_c2_s1 socialareaok2 r1_c3_s1 socialareaok2 r1_c4_s1