Stampa
PDF

 

Scheda 3

Il Battesimo

(LG 9/12) 

 

cf "Chiesa, che cosa dici di te stessa? perché tu sei?"

 

I. PARTE TEOLOGICA

Approfondimento tematico

«Voi siete la stirpe eletta, il sacerdozio regale, la nazione santa, il popolo che Dio si è acquistato perché proclami le opere meravigliose di Lui che vi ha chiamato dalle tenebre alla sua ammirabile luce» (1Pt 2, 9).
«In verità , in verità, ti dico: se uno non rinasce dall’alto, non può vedere il regno di Dio» (Gv 3,3). «Non sapete che quanti siamo stati battezzati in Cristo Gesù, siamo stati battezzati nella sua morte? Per mezzo del battesimo siamo dunque stati sepolti insieme con lui nella morte, perché come Cristo fu risuscitato dai morti per mezzo della gloria del Padre, così anche noi possiamo camminare in una vita nuova» (Rm 6, 3-5).
Il Concilio nella LG evidenzia la nozione di “popolo di Dio” come realtà costituita da tutti coloro che per il battesimo, innestati a Cristo, nello Spirito realizzano la volontà del Padre che vuole salvare tutti gli uomini chiamandoli a partecipare alle vette della sua santità e della sua infinita gloria. Questo “mistero” nascosto dai secoli eterni nella mente e nella volontà di Dio, è stato manifestato e realizzato nel suo Cristo, Verbo fatto uomo, che effondendo lo Spirito, ci autorizza a chiamare Dio, “Abba Padre” nel “già” della nostra storia e nel “non ancora” del compimento finale. Dio non ci chiama a una salvezza individuale, ma, a imitazione del suo essere Trinità nell’unica natura divina, a essere comunità, popolo che, fatto un unico Corpo in Cristo per lo Spirito, gli rendesse la lode perfetta. Chiama un uomo, Abramo, e per la sua fede lo costituisce come seme fecondo da cui nascerà una discendenza innumerabile come “le stelle del cielo e la sabbia del mare”. Per mezzo di Mosè libera da una schiavitù di morte un “non popolo” e mediante la sua alleanza d’amore lo costituisce popolo con dignità di “ primogenito” («Voi sarete mio popolo, io sarò il vostro Dio!»). Prepara così, con pedagogia divina e progressiva all’interno di questo popolo, nella linea ininterrotta della sua fedeltà, l’avvento della Nuova e Eterna Alleanza. «Ecco, verranno giorni nei quali io stringerò con Israele una nuova alleanza» (Ger 31,31). Il suo Verbo fatto carne è la Nuova e definitiva Alleanza sancita dal sangue dell’Agnello immolato sulla croce nel quale abbiamo rese candide le nostre vesti e sigillata dall’effusione totale dello Spirito. La Chiesa è, in virtù del battesimo da cui si origina, la visibilità sacramentale di questa Alleanza. Il battesimo costituisce il credente segno anch’esso di questa Alleanza. A lui vengono comunicate la natura e le proprietà del Figlio di Dio. Alla sua natura mortale viene associata per sempre la divina natura, per cui nella sua persona è rinnovato il mistero stesso dell’incarnazione. Nella formula del crisma del rito del battesimo si afferma: «perché inserito in Cristo sacerdote, re e profeta, sia sempre membro vivo della Chiesa». Il carattere sacerdotale è proprio di ogni battezzato e come il perfetto, gradito culto a Dio è la totalità della persona del Cristo, così anche la vita di ogni credente è sacrificio spirituale gradito a Dio. Nella preghiera, nel culto (massimamente in quello eucaristico), nella vita sacramentale, nelle opere eloquenti della carità, nelle situazioni della vita personale, familiare e sociale, nella dimensione privata e pubblica, il credente è chiamato ad essere profumo di soave odore in tutte le sue espressioni di vita. La Chiesa, sebbene una, non è appiattimento, spersonalizzazione, non uniformità. Lo stare in Cristo, l’essere a lui assimilati nel battesimo, ci unisce nella diversità di ciascuno. Per cui i credenti perseverando nella preghiera e lodando insieme Dio, offrono se stessi come vittima viva, santa e gradita a Dio, testimoniando ovunque Cristo e, a chi lo richieda, rendano ragione della loro speranza della vita eterna (LG 10). Questo sacerdozio viene attuato dai fedeli per mezzo dei sacramenti e delle virtù (LG 11). Per il battesimo rigenerati come figli di Dio e conformati a Cristo, nella Confermazione, arricchiti di una speciale forza dello Spirito, sono obbligati a diffondere e difendere la propria fede con l’oblazione della vita, spinta fino al martirio. Nel loro cammino ricevono alimento e forza attraverso l’esercizio di tutti gli altri sacramenti. Sempre col battesimo il credente è costituito in Cristo anche nel suo carisma profetico, di essere cioè annunzio, con le parole e le opere, della redenzione e della salvezza sempre presente e operante. Per l’unzione dello Spirito Santo sono mandati come Cristo a portare “il lieto annunzio ai poveri, ai prigionieri la liberazione … a proclamare l’anno di grazia del Signore” (Lc 4,18-19). Proprio perché sono sotto l’azione dello Spirito del Risorto, il popolo di Dio «non può sbagliarsi nel credere e manifesta questa sua proprietà mediante il soprannaturale senso della fede, quando, dai vescovi fino agli ultimi fedeli laici (S. Ag., De praed. sanct. 14,27) mostra il suo universale consenso in cose di fede e di morale» (LG, 12). La testimonianza profetica non solo attraverso i sacramenti e i ministeri viene esercita dai fedeli, ma anche per l’azione dello Spirito Santo, per mezzo dei carismi, grazie speciali con le quali vengono resi atti e pronti per mezzo di varie opere e uffici a rendere sempre viva la Chiesa. I carismi, sia quelli straordinari sia quelli semplici e ordinari, vanno accolti con gratitudine e messi a disposizione del bene di tutta la Chiesa: «Non spegnete lo Spirito, non disprezzate le profezie, esaminate ogni cosa, tenete ciò che è buono» (1Ts, 5,19-21). La Chiesa, nel singolo e nella sua universalità, è profezia permanente e viva dei cieli nuovi e della terra nuova, “luce per illuminare le genti e gloria del suo popolo, Israele” (Lc 2, 32).

Letture consigliate

- Ef 4, 1-16

II. PARTE CATECHETICA

Idea di fondo

Il Battesimo costituisce la nascita alla vita nuova in Cristo. Con il battesimo si è incorporati nella Chiesa, Corpo di Cristo, e si è resi partecipi del sacerdozio di Cristo. Il Battesimo imprime nell’anima un segno indelebile, il carattere, il quale consacra il battezzato al culto della religione cristiana.

Riferimento ai Catechismi della CEI

- Catechismo della Chiesa Cattolica – cfr. Parte II, n°1213/1284, pag. 321/336.
- Bambini (fino a 6 anni) – cfr. “Lasciate che i bambini vengano a me”, Parte I, Cap. 4, pag. 32/45.
- Fanciulli (6-8 anni) – cfr. “Io sono con voi”, Unità 7, pag. 108/123.
- Fanciulli (8-10 anni) – cfr. “Venite con me”, Unità 9, pag. 148/154.
- Ragazzi (11-12 anni) – cfr. “Sarete miei testimoni”, Unità 3, pag. 49-50.
- Preadolescenti (12-14 anni) – cfr. “Vi ho chiamato amici”, Unità 4, pag. 131/135.
- Adolescenti (15-18 anni) – cfr. “Io ho scelto voi”, Capitolo 4 , Paragrafo 4, Scheda a pag. 224/227.
- Giovani (18-25 anni) – cfr. “Venite e vedrete”, Capitolo 6, Paragrafo 2, pag. 251/255.
- Adulti (25 anni in poi) – cfr. “La Verità vi farà liberi”, Parte II, Sezione II, Cap. 16, Paragrafo 2, pag. 319/323.

Proposte e attività a misura per ogni età

Bambini (fino a 6 anni)
I bambini vengono aiutati a riflettere sull’importanza del battesimo con il quale sono entrati nella Chiesa. Si invita all’incontro una giovane coppia per parlare e raccontare brevemente del battesimo del proprio piccolo figlio. L’educatore con l’aiuto di questi due genitori aiuta i bambini ad approfondire con un linguaggio semplice, magari anche mostrando qualche foto, alcuni gesti e significati della celebrazione del battesimo: il segno dell’acqua, l’unzione con l’olio, il cero acceso, la veste bianca …

Fanciulli (6-11 anni)
Si può chiamare un diacono, un presbitero o l’educatore stesso per spiegare brevemente davanti al fonte battesimale, anche attraverso alcune immagini, i segni che caratterizzano la celebrazione del battesimo. Al termine della spiegazione i ragazzi ricevono una maglietta bianca, che richiama la veste bianca ricevuta con il battesimo, e dovranno provare a dipingere la scelta di rinnovare il loro “si” alla sequela di Cristo.

Preadolescenti (12-14 anni)
L’educatore spiega ai ragazzi come si svolgeva il rito antico del battesimo. Ovviamente il suo discorso non potrà essere troppo approfondito, pur non rinunciando a riportare con precisione i vari momenti, gesti e significati dell’antica liturgia battesimale. I ragazzi al termine della spiegazione illustreranno con delle vignette giganti la sequenza dei riti e cercheranno le differenze con quelli di oggi.

Adolescenti (15-18 anni)
I Giovanissimi potrebbero ricercare, attraverso un certificato di Battesimo, la data in cui sono diventati cristiani, i nomi scelti per loro dai propri genitori ed il luogo dove hanno ricevuto questo importante sacramento dell’iniziazione cristiana. In questo modo ogni giovanissimo sarà chiamato da oggi in poi a dedicare a questa ricorrenza un’attenzione speciale più di quella che solitamente viene data al proprio compleanno. In questa ricorrenza ogni giovanissimo sarà chiamato a concedersi un tempo tutto per lui, magari se possibile recandosi in un orario tranquillo proprio nel luogo dove si è ricevuto il battesimo per riscoprire e pregare sul proprio essere figlio dinanzi al Padre Celeste.

Giovani (18-25 anni)
Ad ogni giovane viene posto l’invito a dare rilievo al giorno del proprio battesimo, festeggiando quella data e vedendo in essa la nascita più importante, quella come figlio di Dio. Si invitano i giovani del gruppo a celebrare ogni anno quel giorno e condividerne la gioia con le persone più vicine.

Adulti (25 anni in poi)
Con riferimento al recente tema dell’emergenza educativa legata alle giovani generazioni, il gruppo degli adulti potrebbe riflettere su come sia diverso generare i figli solo biologicamente … senza generarli alla vita… ovvero dandogli la vita solo in modo biologico, senza appassionarli alla vita … al fatto che vale la pena vivere pur con tutte le contraddizioni e le difficoltà che oggi questo comporta. Il battesimo ci genera ad una vita nuova … che cosa vuol dire concretamente questo per un adulto nella fede?

Per chi vuole approfondire

Proposte per i ragazzi (fino ai 14 anni)
· Azione Cattolica Ragazzi, Come un “tuffo”. Il battesimo presentato ai ragazzi. Editrice AVE.
· Movimento Diocesano Ministranti Pont. Sem. Rom. Minore, I segni del battesimo, Ed. Paoline.

Proposte per i giovani (15-25 anni)
· C. M. Martini, Liberi di credere, Ed. In Dialogo.
· C. M. Martini, Cerco una verità, Ed. Piemme.
· A. Casavecchia e F. Pantiggia, Largo ai giovani, Effatà Editrice.

Proposte per gli adulti (dai 25 anni in poi)
· AA.VV., Vivere il Vangelo oggi, Ed. In Dialogo.
· C.M. Martini, Conoscersi Decidersi Giocarsi, Ed. ADP.

III. PARTE SULLA PREGHIERA

Invochiamo il nostro Redentore, che ha voluto ricevere il battesimo da Giovanni nel Giordano:
Manda su di noi, il tuo Santo Spirito.
Cristo, che nella tua gloriosa manifestazione al Giordano hai fatto risplendere su di noi la tua luce, illumina con la tua presenza coloro che incontreremo nel nostro cammino di fede.
Nel battesimo ci hai lavati dalla colpa e ci hai resi figli di Dio, dona lo spirito di adozione filiale a tutti coloro che ti cercano.
Con il tuo battesimo hai santificato la creazione e hai aperto agli uomini la via del ritorno al Padre, rendici fedeli ministri del Vangelo nella Chiesa e nel mondo.
Cristo, Figlio di Dio, mediatore della nuova alleanza e luce delle genti, apri gli occhi dei catecumeni alla pienezza della fede mediante il battesimo.
Padre onnipotente ed eterno, che dopo il battesimo nel fiume Giordano proclamasti il Cristo tuo diletto Figlio, mentre discendeva su di lui lo Spirito Santo, concedi ai tuoi figli, rinati dall’acqua e dallo Spirito, di vivere sempre nel tuo amore. Per il nostro Signore.

Sinodo sui giovani 
Un osservatorio
Commenti. riflessioni, proposte  

logo-SINODO-GIOVANI-colori-295x300

Newsletter
Novembre 2018
NL-nov18

Di animazione,
animatori
e altre questioni
NPG e «animazione culturale»

animatori

Newsletter NPG



Ricevi HTML?

invetrina2

Laboratorio
dei talenti 2.0
Una rubrica FOI

rubrica oratorio ridotta

No balconear 
Rubrica ispirata al/dal Papa
 

lostintranslation 1

Sulle spalle... 
dei giganti

giganti

Temi di PU 
(pastorale universitaria)

temi di PU

rubriche

 Il Vangelo
del giorno
(Monastero di Bose)

Lezionario 1

Storia "artistica"
della salvezza 

agnolo bronzino discesa di cristo al limbo 1552 dettaglio2

I cammini 
Una proposta-esperienza
per i giovani
e materiali utili

vie

Bellezza, arte 
e PG
(e lettere dal mondo)

arteepg

Etty Hillesum 
una spiritualità
per i giovani

 Etty

Semi di
spiritualità
Il senso nei frammenti

spighe

 

Lo zibaldone. 
Di tutto un po'
Tra letteratura, arte e pastorale...

zibaldone

Società, giovani 
e ragazzi
Aspetti socio-psico-pedagogici  

ragazziegiovani

Sussidi e materiali 
x l'animatore in gruppo 
 

cassetta

LIVE

Il numero di NPG 
in corso
Novembre 2018

NPG novembre 2018

Il numero di NPG 
precedente
Settembre-Ottobre 2018

cop sett-ott2018

Post It

1. In arrivo ai fortunati abbonati il numero NPG di novembre su GIOVANI E AZZARDO. Nella NL la ripresa del tema con approfondimenti e materiali di uso animatori e docenti per gruppi e classi

2. Sul sito, il più completo RAPPORTO SUL SINODO esistente on line

3. In homepage un denso articolo sull'Oratorio e i suoi percorsi educativi

4. In allestimento il numero di dicembre, con il dossier sulla SCUOLA e la Via Amerina come cammino proposto e "commentato"

5. Su Streetlib scaricabile a bassissimo costo il pdf arricchito sul Cammino di Santiago, a cura della nostra collaboratrice Maria Rattà, anticipato nel nostro sito

Progettare PG

progettare

novita

ipad-newspaper-G

NPG: appunti 
per una storia

2010 SDB - NPG Logo 02 XX

Le ANNATE di NPG 
1967-2018 
 

annateNPG

I DOSSIER di NPG 
(dall'ultimo ai primi) 
 

dossier

Le RUBRICHE NPG 
(in ordine alfabetico)
Alcune ancora da completare 
 

Rubriche

Gli AUTORI di NPG
ieri e oggi 

pennapennino

Gli EDITORIALI NPG 
1967-2018 
 

editorialeRIDOTTO

INDICI NPG
50 ANNI
 
Voci tematiche - Autori - Dossier

search

VOCI TEMATICHE 
di NPG
(in ordine alfabetico) 
 

dizionario

I LIBRI di NPG 
Giovani e ragazzi,
educazione, pastorale
 

libriNPG

I «QUADERNI» 
dell'animatore

quaderni

 

Alcuni PERCORSI 
educativo-pastorali in NPG
 

percorsi

I SEMPREVERDI 
I migliori DOSSIER di NPG 
 

vite N1

NOTE'S GRAFFITI 
Materiali di lavoro
con gruppi di ragazzi e adolescenti 
 

medium

webtvpic

SOCIAL AREA

 
socialareaok2 r1_c1_s1 socialareaok2 r1_c2_s1 socialareaok2 r1_c3_s1 socialareaok2 r1_c4_s1

Contattaci

Note di pastorale giovanile
via Marsala 42
00185 Roma

Telefono: 06 49 40 442

Fax: 06 44 63 614

Email

MAPPE del SITO 
navigare con una bussola

mappesito 1

PROGRAMMAZIONE
NPG 2018

programmazione 1

LECTIO DIVINA 
o percorsi biblici

lectiodivina 1 

DOTTRINA SOCIALE 
della Chiesa

dottrina 1

LE INTERVISTE: 
PG e...

interviste 1

ENTI CNOS

cospes tgs cnosfap cgs cnosscuola scsOK1 cnossport

SITI AMICI

Salesiani di Don Bosco Figlie di Maria Ausiliatrice editrice elledici università pontificia salesiana Servizio nazionale di pastorale giovanile Movimento Giovanile Salesiano salesitalia Mision Joven Dimensioni Mondo Erre DonBoscoland Scritti di Don Bosco ans bollettino
LogoMGSILE valdocco missioni vis asc exallievi vcdb mor ICC icp ILE ime ine isi