Presentazione


I gruppi giovanili salesiani sono una realtà e una promessa. Lievitano molti dei nostri ambienti e si fanno presenti già nel territorio. Soprattutto esercitano un influsso formativo reale sui giovani che vi partecipano.

Nella loro animazione sono impegnati SDB ed FMA. Essi sentono l'urgenza di fare del gruppo un vero luogo educativo, valorizzandone tutte le energie, per aiutare i giovani a maturare come uomini e come cristiani. Ciò esprime la loro scelta di fondere educazione e pastorale, ma anche sfida la loro capacità pedagogica.
Il problema meritava una riflessione sistematica congiunta. Non soltanto perché l'esperienza associativa di SDB ed FMA si sviluppa sotto un'unica ispirazione e una comune prassi pedagogica, ma anche per prendere atto della compresenza di ragazzi e ragazze in molti gruppi animati da SDB e FMA e per facilitare i collegamenti e la collaborazione che si sta attuando a livello locale e ispettoriale.
Così è nata l'iniziativa di preparare insieme questo documento orientativo, che rappresenta un passo ulteriore riguardo ai sussidi elaborati precedentemente da ciascuna Congregazione, con totale coincidenza di orientamenti e scelte. Consolidato il criterio della validità dell'esperienza associativa, si mettono ora a fuoco il cammino formativo del gruppo e i relativi compiti dell'animatore.
Offriamo a tutti gli animatori questo documento, consapevoli dei limiti, ma lieti di aver potuto riflettere e parlare insieme. Ci auguriamo che sia per ogni comunità SDB-FMA uno stimolo valido per progredire sulla strada intrapresa, qualificando il servizio educativo ai giovani, nella prospettiva di DB 88.

 

maioli

 

Consigliera Generale per la Pastorale Giovanile

 

vecchi

Consigliere Generale per la Pastorale Giovanile