Stampa
PDF

In ricordo di un uomo vivo


Gioia Quattrini

(NPG 1998-06-02) 


Anno accademico 1945-46. Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Bari. Nell’aula di Filosofia del Diritto la lezione è cominciata: «La persona umana è il principio e il fine dell’esperienza giuridica... L’imperatività della norma giuridica non va intesa come volontà dello Stato che si impone dall’esterno alla volontà dei singoli, perché il diritto è solo l’agire eticamente orientato... Lo stato è etico in quanto in sé compone ed accoglie in armonia i valori sviluppati dai singoli e dagli aggregati sociali minori dei quali si compone e senza i quali non sarebbe... La coercibilità della norma se non si trasforma in restaurazione di giustizia e di rinnovata condizione di libertà fallisce il suo compito...».
Una manciata di anni separa il giovane uomo alla cattedra dai giovani uomini seduti ognuno al proprio banco.
La guerra è appena finita. Nell’aria ancora echi di spari e canzonette americane, quando il professor Aldo Moro scandisce parola per parola quella straordinaria teoria dello Stato, figlia prediletta della dottrina sociale della Chiesa, fondamento irrinunciabile per la futura Italia democratica.
Gli studenti che lo ascoltavano erano i figli di un regime che aveva soffocato gli spazi di confronto intellettuale ed aveva conculcato le più elementari libertà. Essi bevevano con avidità le parole di quell’uomo, parole fertili che illuminavano scenari futuri e rimandavano ad un paese dove «la tensione ideale... distribuisca i beni economici in modo equo, arricchisca la persona anche nell’ordine spirituale e culturale, restituisca all’uomo il senso della sua dignità personale, della sua funzione di cittadino e, insieme, il gusto della libertà che alimenta e muove l’incessante progresso della vita sociale. Una visione di giustizia, una limpida ed intransigente valutazione che, senza in nulla indulgere ad un egualitarismo astratto e demagogico, chiarisca le reali esigenze del progresso democratico».
Parlava Aldo Moro con il cuore nella gola e gli animi dei presenti volavano da lui, animi spinti da tensioni nuove e suggestive: solidarietà, uguaglianza, democrazia. Come Socrate egli pensava che gli studenti non fossero vasi da riempire ma torce da accendere.
Per più di 40 anni fu testardo nello sforzo di tenere le sue idee lontane dalla polvere, di far seguire ai discorsi i fatti, di difendere ovunque i valori della fede in cui credeva.
«E quindi lo Stato... si realizza tendenzialmente e sempre in maggior misura nello sforzo di progresso, di libertà, di umanità e democrazia. Che i cattolici vi si inseriscano nella piena professione della loro idealità, del loro modo di concepire e misurare e valorizzare i rapporti umani... tutto ciò è importantissimo, insostituibile contributo all’attuazione della democrazia, alla costruzione dello stato democratico in Italia... La presenza dei cattolici sul terreno politico, la loro vigorosa assunzione di responsabilità, l’accettazione di tradurre gli ideali cristiani in concreta ispirazione politica per l’ordinamento e lo sviluppo della società italiana... tutto questo significa garanzia ed arricchimento della democrazia italiana».
Un modello destinato a non tramontare che ancor oggi non smette di catturare con il suo splendore cattolici e non cattolici.
Politico e credente mai pago scrive a sua moglie dal carcere: «Vorrei capire con i miei occhi mortali come ci si vedrà dopo. Se ci fosse luce sarebbe bellissimo».
Ci sono uomini che per volare non vogliono ali.

Verso Panama 
XXXIV GMG
  

logo panama

Sinodo sui giovani 
Un osservatorio
Commenti. riflessioni, proposte  

logo-SINODO-GIOVANI-colori-295x300

Newsletter
Novembre 2018
NL-nov18

Newsletter NPG



Ricevi HTML?

invetrina2

Laboratorio
dei talenti 2.0
Una rubrica FOI

rubrica oratorio ridotta

No balconear 
Rubrica ispirata al/dal Papa
 

lostintranslation 1

Sulle spalle... 
dei giganti

giganti

Temi di PU 
(pastorale universitaria)

temi di PU

rubriche

 Il Vangelo
del giorno
(Monastero di Bose)

Lezionario 1

Storia "artistica"
della salvezza 

agnolo bronzino discesa di cristo al limbo 1552 dettaglio2

I cammini 
Una proposta-esperienza
per i giovani
e materiali utili

vie

Bellezza, arte 
e PG
(e lettere dal mondo)

arteepg

Etty Hillesum 
una spiritualità
per i giovani

 Etty

Semi di
spiritualità
Il senso nei frammenti

spighe

 

Società, giovani 
e ragazzi
Aspetti socio-psico-pedagogici  

ragazziegiovani

LIVE

Contattaci

Note di pastorale giovanile
via Marsala 42
00185 Roma

Telefono: 06 49 40 442

Fax: 06 44 63 614

Email

Il numero di NPG 
in corso
Dicembre 2018

400 dic 18

Il numero di NPG 
precedente
Novembre 2018

NPG novembre 2018

Post It

1. In stampa il numero di dicembre, con il dossier sulla SCUOLA e la Via Amerina come cammino proposto e "commentato"

2. Sul sito, il più completo RAPPORTO SUL SINODO esistente on line

3. In homepage materiali relativi alla prossima GMG di Panama

4. In homepage un denso articolo sull'Oratorio  e i suoi percorsi educativi

5. Abbiamo inserito nel sito tutta l'annata NPG del 2014. Ecco la ragione per cui tra gli "ultimi articoli inseriti" compaiono anche scritti di quell'anno

Le ANNATE di NPG 
1967-2019 

annateNPG

I DOSSIER di NPG 
(dall'ultimo ai primi) 
 

dossier

Le RUBRICHE NPG 
(in ordine alfabetico)
Alcune ancora da completare 
 

Rubriche

Gli AUTORI di NPG
ieri e oggi 

pennapennino

Gli EDITORIALI NPG 
1967-2019 

editorialeRIDOTTO

INDICI NPG
50 ANNI
 
Voci tematiche - Autori - Dossier

search

VOCI TEMATICHE 
di NPG
(in ordine alfabetico) 
 

dizionario

I LIBRI di NPG 
Giovani e ragazzi,
educazione, pastorale
 

libriNPG

I «QUADERNI» 
dell'animatore

quaderni

 

Alcuni PERCORSI 
educativo-pastorali in NPG
 

percorsi

I SEMPREVERDI 
I migliori DOSSIER di NPG 
 

vite N1

NOTE'S GRAFFITI 
Materiali di lavoro
con gruppi di ragazzi e adolescenti 
 

medium

Di animazione,
animatori
e altre questioni
NPG e «animazione culturale»

animatori

Sussidi e materiali 
x l'animatore in gruppo 
 

cassetta

webtvpic

SOCIAL AREA

 
socialareaok2 r1_c1_s1 socialareaok2 r1_c2_s1 socialareaok2 r1_c3_s1 socialareaok2 r1_c4_s1