Stampa
PDF

Una tazzina di caffè


Gioia Quattrini

(NPG 1998-04-02) 


L’aria era quella di una bottega di cianfrusaglie, molto luminosa ed animata da una colorata e piacevole confusione.
Caso strano, questa volta non avevo fretta, e così mi fermai sorridendo davanti alle allegre vetrine. Mi fermai, come i bimbi con il naso curioso schiacciato sui vetri, per spiare dentro quella simpatica confusione, un solo attimo.
Il mio sguardo giocava a nascondino tra mille carinerie, di certo artigianali, presentate da graziosi bigliettini: borse di iuta dal Bangladesh, tappeti di varie misure dal Guatemala, candele e ceri da Soweto, cestini in palma e in rattan dalle Filippine, insomma tantissimi articoli da ogni angolo del così detto Terzo Mondo.
E non era tutto lì. Nella seconda vetrina, quella d’angolo, un cartello ben disegnato diceva: Vuoi cambiare il mondo? Comincia con un caffè.
Voi che cosa avreste fatto? Io sono entrata.
Un giovane dal grande sorriso mi ha accolto con un cordiale: «Benvenuta in una Bottega del Mondo, dove si vendono i prodotti del commercio equo e solidale».
Ringraziai e chiesi spiegazioni.
Le regole dell’attuale commercio internazionale hanno creato una inconcepibile ed assurda frattura tra i Paesi del Terzo Mondo, fornitori di materie prime e i Paesi del Nord del mondo che di queste materie prime non solo sono i consumatori ma anche coloro che ne decidono il prezzo. Avviene allora che il mondo industrializzato acquisti a bassissimo costo le materie prime dai paesi del Sud e le trasformi al Nord in merci di valore. Il caffè prodotto in Centro America nel 1992 non è stato pagato più di 1,3 dollari Usa al chilo: un prezzo che non copre nemmeno le spese di produzione. Così i paesi poveri si indebitano sempre più con il Nord dopo avergli dato loro stessi le materie prime. Assurdo!
Il risultato è che le popolazioni contadine ed artigiane dei paesi del Terzo Mondo perdono la vita sul lavoro massacrante di raccolta del caffè o del tè e muoiono di stenti perché trattati come schiavi. Ad arricchirsi sono le multinazionali internazionali, i grossisti e gli intermediari locali, da queste multinazionali protetti.
Qualcuno non sopportando più il disgusto cominciava a darsi da fare e creava la Ctm, una cooperativa senza scopo di lucro che importa e diffonde i prodotti alimentari e i manufatti artigianali di questi paesi. Essa è il cuore del commercio equo e solidale ed è il fornitore di tutte le Botteghe del Mondo.
I soci della cooperativa, potrei essere anche io, potreste essere anche voi, comprano una o più quote, pagandole per esempio 5.000 lire l’una.
Alla fine di ogni anno verrà inviata ad ogni socio una lettera di aggiornamento del deposito con il dettaglio dei movimenti effettuati e l’accredito dei relativi interessi.
Questi soldi, magari i miei, magari i vostri, vengono investiti mettendoli nelle mani dei poveri e maltrattati contadini, dandogli così la possibilità di abbandonare la schiavitù e di mettersi in proprio, fondando delle comunità autonome e coltivando i prodotti della terra collettivamente.
La Ctm acquista i prodotti da queste cooperative al prezzo deciso da queste stesse perché i piccoli produttori siano finalmente liberi e lavorino in piena dignità.
Così comperare un barattolo di miele da 500 g nelle Botteghe del Mondo al costo di 5.500 lire è la concretizzazione di un progetto di sviluppo per gli indios del Cile.
Amo prendere il caffè. Lo faccio al mattino, appena sveglia. Non avevo mai pensato che dietro quella tazzina potesse esserci un infame sfruttamento. La mia era una vile ignoranza.
Nel negozietto ho acquistato pacchetti di caffè, cioccolata, tè, miele, biscotti e quanto servisse a cancellare la colpa di non aver voluto sapere.
Da allora sono cliente innamorata e fedele. Mi piace l’idea di non essere più la sola a sorridere grazie al caffè.
Cercate queste botteghe. Sono in tutte le città d’Italia. Forse qualche articolo vi sembrerà più caro, ma leggendo le etichette troverete al dettaglio tutte le voci che hanno portato a quella cifra.
Se per cambiare il mondo è necessario cominciare con un caffè, non tiriamoci indietro.

Sinodo sui giovani 
Un osservatorio
Commenti. riflessioni, proposte  

logo-SINODO-GIOVANI-colori-295x300

Newsletter
Speciale 2018
(Estate-Settembre-Ottobre)
NLspeciale2018

Di animazione,
animatori
e altre questioni
NPG e «animazione culturale»

animatori

Newsletter NPG



Ricevi HTML?

invetrina2

Laboratorio
dei talenti 2.0
Una rubrica FOI

rubrica oratorio ridotta

No balconear 
Rubrica ispirata al/dal Papa
 

lostintranslation 1

Sulle spalle... 
dei giganti

giganti

Temi di PU 
(pastorale universitaria)

temi di PU

rubriche

 Il Vangelo
del giorno
(Monastero di Bose)

Lezionario 1

Storia "artistica"
della salvezza 

agnolo bronzino discesa di cristo al limbo 1552 dettaglio2

I cammini 
Una proposta-esperienza
per i giovani
e materiali utili

vie

Bellezza, arte 
e PG
(e lettere dal mondo)

arteepg

Etty Hillesum 
una spiritualità
per i giovani

 Etty

Semi di
spiritualità
Il senso nei frammenti

spighe

 

Lo zibaldone. 
Di tutto un po'
Tra letteratura, arte e pastorale...

zibaldone

Società, giovani 
e ragazzi
Aspetti socio-psico-pedagogici  

ragazziegiovani

Sussidi e materiali 
x l'animatore in gruppo 
 

cassetta

LIVE

Il numero di NPG 
in corso
Settembre-Ottobre 2018

cop sett-ott2018

Il numero di NPG 
precedente
Estate 2018

cop estate2018

Post It

1. Abbiamo spedito agli abbonati, in un unico invio, il numero estivo (con i materiali di approfondimento per la proposta educativo-pastorale salesiana: "Io sono una missione - #perlavitadeglialtri") e quello di settembre-ottobre (sul Sinodo "Nel cuore del Sinodo. Temi generativi, sfide provocatorie, inviti alla conversione")

2. Uno splendido omaggio ai nostri abbonati: il libretto dell'INSTRUMENTUM LABORIS del Sinodo, in allegato alla spedizione dei due NPG di cui sopra

3. On line tutta NPG fino all'annata 2013 (come promesso, fino a 5 anni fa), e pulizia-aggiornamento definitivo dei files delle annate precedenti

Progettare PG

progettare

novita

ipad-newspaper-G

NPG: appunti 
per una storia

2010 SDB - NPG Logo 02 XX

Le ANNATE di NPG 
1967-2018 
 

annateNPG

I DOSSIER di NPG 
(dall'ultimo ai primi) 
 

dossier

Le RUBRICHE NPG 
(in ordine alfabetico)
Alcune ancora da completare 
 

Rubriche

Gli AUTORI di NPG
ieri e oggi 

pennapennino

Gli EDITORIALI NPG 
1967-2018 
 

editorialeRIDOTTO

INDICI NPG
50 ANNI
 
Voci tematiche - Autori - Dossier

search

VOCI TEMATICHE 
di NPG
(in ordine alfabetico) 
 

dizionario

I LIBRI di NPG 
Giovani e ragazzi,
educazione, pastorale
 

libriNPG

I «QUADERNI» 
dell'animatore

quaderni

 

Alcuni PERCORSI 
educativo-pastorali in NPG
 

percorsi

I SEMPREVERDI 
I migliori DOSSIER di NPG 
 

vite N1

NOTE'S GRAFFITI 
Materiali di lavoro
con gruppi di ragazzi e adolescenti 
 

medium

webtvpic

SOCIAL AREA

 
socialareaok2 r1_c1_s1 socialareaok2 r1_c2_s1 socialareaok2 r1_c3_s1 socialareaok2 r1_c4_s1

Contattaci

Note di pastorale giovanile
via Marsala 42
00185 Roma

Telefono: 06 49 40 442

Fax: 06 44 63 614

Email

MAPPE del SITO 
navigare con una bussola

mappesito 1

PROGRAMMAZIONE
NPG 2018

programmazione 1

LECTIO DIVINA 
o percorsi biblici

lectiodivina 1 

DOTTRINA SOCIALE 
della Chiesa

dottrina 1

LE INTERVISTE: 
PG e...

interviste 1

ENTI CNOS

cospes tgs cnosfap cgs cnosscuola scsOK1 cnossport

SITI AMICI

Salesiani di Don Bosco Figlie di Maria Ausiliatrice editrice elledici università pontificia salesiana Servizio nazionale di pastorale giovanile Movimento Giovanile Salesiano salesitalia Mision Joven Dimensioni Mondo Erre DonBoscoland Scritti di Don Bosco ans bollettino
LogoMGSILE valdocco missioni vis asc exallievi vcdb mor ICC icp ILE ime ine isi