Stampa
PDF

 

Giovani e Bibbia

Luciano Manicardi

Il luogo da cui parlo e il punto di vista in cui mi situo è quello di chi, all’interno della comunità monastica di Bose da diversi anni tiene corsi e incontri per giovani, cercando appunto di coniugare pagina biblica e vita, il bisogno umano del giovane con il messaggio della Bibbia, perseguendo dunque una lettura attenta al dato biblico, ma capace di aprirsi al senso della vita. 

6. Il giovane e la Bibbia

Se la Bibbia è offerta di salvezza all’uomo, quale bisogno di salvezza manifesta il giovane? E che senso può avere per lui una parola come “salvezza”? Il giovane è portatore di una domanda di senso che si declina in diverse forme. Anzitutto come domanda di direzione e orientamento e ha a che fare con il comportamento, con l’etica; ma poi anche come domanda di significato e come domanda di gusto, di bellezza, di autenticità, di pienezza. Si tratta di una domanda che chiede salvezza qui e ora dalla molteplicità tanto seducente quanto ingannevole, dall’et-et che promette falsamente che tutto è possibile. Si tratta di una domanda che cerca una radice, un centro unificante che salvi dall’atomizzazione e dalla frammentarietà della vita odierna e quindi dalla mancanza di unità dell’io personale. Si tratta di una domanda che anela a recuperare il primato dell’essere sulla dominante del fare, sull’efficacia ad ogni costo, il primato dell’umano sul tecnologico. Insomma la domanda di salvezza è declinata dal giovane in modo esistenziale, senza per questo dimenticare il problema dei fini ultimi, del senso del senso. Ma è sul piano dell’esistenza che trova una sua prima, basilare, decisiva applicazione. 

La lettura della Scrittura può essere proposta al giovane come itinerario che dall’ascolto conduce alla conoscenza e da questa all’amore. Ascolto – conoscenza – amore: ecco le tre tappe che la Scrittura richiede e che sono essenziali anche per ogni relazione umana. Questo è anche il cammino che Dt 6,4-5 fa percorrere all’uomo in preghiera: dopo aver chiesto l’ascolto (“Ascolta, Israele”), il testo sfocia nella conoscenza (“Il Signore è il nostro Dio, il Signore è uno”) e si apre all’amore (“Amerai il Signore tuo Dio”). Ancora una volta il giovane può percepire come la dinamica della relazione con gli uomini e della relazione con Dio sia fondamentalmente analoga.

Su un ultimo aspetto è bene soffermarsi. Possiamo formulare così il problema: la Bibbia è efficace? Non vediamo forse che, a fronte di un ritorno della Scrittura nelle mani dei fedeli, i risultati non sembrano poi essere così evidenti? L’esempio tratto dal vangelo secondo Marco e con cui abbiamo aperto la nostra meditazione, ci aiuta a mettere nelle mani del Signore il risultato del nostro lavoro di aiuto, introduzione, guida alla conoscenza del Signore attraverso la Scrittura: Gesù, con l’uomo ricco, ha incontrato uno scacco. Ha indirizzato una chiamata e questa non ha sortito l’effetto voluto. Lo scarto tra desiderio di Gesù e risultato del suo agire, del suo spendere energie e tempo con quella persona è indicativo che al centro del nostro agire pastorale con i giovani non vi deve essere la riuscita, il successo (in base a quali criteri poi?), ma solo l’operare con buona coscienza e con assoluta dedizione e onestà. Ci si lamenta spesso della scarsa efficacia della Bibbia, pur ormai presente nelle liturgie, nei gruppi biblici, nei gruppi di ascolto, nella catechesi, a creare dei cristiani, dunque a produrre frutti, a dispiegare la sua efficacia. Ma ci si deve chiedere: quale tipo di efficacia ci aspettiamo? Non è che forse sono i nostri desideri di efficacia e l’immagine di ciò che noi chiamiamo efficacia della Parola che devono essere rivisti? L’efficacia della Parola di Dio è dello stesso ordine dell’efficacia della croce salvifica, della croce di Cristo. Nessuna possibilità di misurazione e quantificazione di tale efficacia. Occorre lasciare i risultati al Signore!

7. Elementi da perseguire nella lettura della Bibbia con i giovani

Sintetizzando quanto detto, ricordo ora i cinque elementi essenziali che vanno perseguiti nell’introdurre i giovani alla lettura biblica.

Un insegnamento sull’umano e sull’esistenziale. Perché il Cristo insegna a vivere e perché è la concreta e quotidiana vita il luogo di culto autentico. L’umanità di Gesù è anche la rivelazione di Dio e dunque questa sottolineatura dell’esistenziale non ha nulla di riduttivo, ma ricorda che noi “andiamo a Dio” solo attraverso Cristo, cioè rendendo simile nella fede la nostra umanità a quella di Gesù.

La vita interiore. In tempi di colonizzazione dell’interiorità, in cui il giovane è pieno di cose che lo spingono fuori di sé, è vitale aiutare l’instaurarsi di un processo di vita interiore, di dialogicità interiore: solo su questa potrà innestarsi anche la capacità di pregare, di dialogare con il Signore.

La relazionalità. Relazionarsi con un testo è analogo al relazionarsi con una persona e la lettura della Bibbia può divenire una palestra dell’arte umana più difficile e più vitale: la relazione, l’incontro con l’altro.

La conoscenza del Signore. Ovviamente fine centrale dell’ascolto e della lettura della Bibbia è la conoscenza del Signore, lo scoprirsi chiamati, conosciuti, cercati, amati, dal Signore.

La preghiera. La lettura biblica sarà avvolta da un clima di preghiera perché la preghiera è suscitata dalla Parola di Dio e rende possibile l’ascolto della Parola stessa. La Scrittura tende all’incontro personale con il Signore e la preghiera è momento saliente di tale incontro. Ma tale incontro, guidato dallo Spirito santo, è personalissimo e deve restare avvolto nel pudore e nel silenzio. 

L'ultima parte di una relazione tenuta al CONVEGNO BIBLICO “BIBBIA E GIOVANI” (Brescia, 28 maggio 2005).

 

 

 

Sinodo sui giovani 
Un osservatorio
Commenti. riflessioni, proposte  

logo-SINODO-GIOVANI-colori-295x300

Newsletter
Speciale 2018
(Estate-Settembre-Ottobre)
NLspeciale2018

Di animazione,
animatori
e altre questioni
NPG e «animazione culturale»

animatori

Newsletter NPG



Ricevi HTML?

invetrina2

Laboratorio
dei talenti 2.0
Una rubrica FOI

rubrica oratorio ridotta

No balconear 
Rubrica ispirata al/dal Papa
 

lostintranslation 1

Sulle spalle... 
dei giganti

giganti

Temi di PU 
(pastorale universitaria)

temi di PU

rubriche

 Il Vangelo
del giorno
(Monastero di Bose)

Lezionario 1

Storia "artistica"
della salvezza 

agnolo bronzino discesa di cristo al limbo 1552 dettaglio2

I cammini 
Una proposta-esperienza
per i giovani
e materiali utili

vie

Bellezza, arte 
e PG
(e lettere dal mondo)

arteepg

Etty Hillesum 
una spiritualità
per i giovani

 Etty

Semi di
spiritualità
Il senso nei frammenti

spighe

 

Lo zibaldone. 
Di tutto un po'
Tra letteratura, arte e pastorale...

zibaldone

Società, giovani 
e ragazzi
Aspetti socio-psico-pedagogici  

ragazziegiovani

Sussidi e materiali 
x l'animatore in gruppo 
 

cassetta

LIVE

Il numero di NPG 
in corso
Settembre-Ottobre 2018

cop sett-ott2018

Il numero di NPG 
precedente
Estate 2018

cop estate2018

Post It

1. Abbiamo spedito agli abbonati, in un unico invio, il numero estivo (con i materiali di approfondimento per la proposta educativo-pastorale salesiana: "Io sono una missione - #perlavitadeglialtri") e quello di settembre-ottobre (sul Sinodo "Nel cuore del Sinodo. Temi generativi, sfide provocatorie, inviti alla conversione")

2. Uno splendido omaggio ai nostri abbonati: il libretto dell'INSTRUMENTUM LABORIS del Sinodo, in allegato alla spedizione dei due NPG di cui sopra

3. On line tutta NPG fino all'annata 2013 (come promesso, fino a 5 anni fa), e pulizia-aggiornamento definitivo dei files delle annate precedenti

Progettare PG

progettare

novita

ipad-newspaper-G

NPG: appunti 
per una storia

2010 SDB - NPG Logo 02 XX

Le ANNATE di NPG 
1967-2018 
 

annateNPG

I DOSSIER di NPG 
(dall'ultimo ai primi) 
 

dossier

Le RUBRICHE NPG 
(in ordine alfabetico)
Alcune ancora da completare 
 

Rubriche

Gli AUTORI di NPG
ieri e oggi 

pennapennino

Gli EDITORIALI NPG 
1967-2018 
 

editorialeRIDOTTO

INDICI NPG
50 ANNI
 
Voci tematiche - Autori - Dossier

search

VOCI TEMATICHE 
di NPG
(in ordine alfabetico) 
 

dizionario

I LIBRI di NPG 
Giovani e ragazzi,
educazione, pastorale
 

libriNPG

I «QUADERNI» 
dell'animatore

quaderni

 

Alcuni PERCORSI 
educativo-pastorali in NPG
 

percorsi

I SEMPREVERDI 
I migliori DOSSIER di NPG 
 

vite N1

NOTE'S GRAFFITI 
Materiali di lavoro
con gruppi di ragazzi e adolescenti 
 

medium

webtvpic

SOCIAL AREA

 
socialareaok2 r1_c1_s1 socialareaok2 r1_c2_s1 socialareaok2 r1_c3_s1 socialareaok2 r1_c4_s1

Contattaci

Note di pastorale giovanile
via Marsala 42
00185 Roma

Telefono: 06 49 40 442

Fax: 06 44 63 614

Email

MAPPE del SITO 
navigare con una bussola

mappesito 1

PROGRAMMAZIONE
NPG 2018

programmazione 1

LECTIO DIVINA 
o percorsi biblici

lectiodivina 1 

DOTTRINA SOCIALE 
della Chiesa

dottrina 1

LE INTERVISTE: 
PG e...

interviste 1

ENTI CNOS

cospes tgs cnosfap cgs cnosscuola scsOK1 cnossport

SITI AMICI

Salesiani di Don Bosco Figlie di Maria Ausiliatrice editrice elledici università pontificia salesiana Servizio nazionale di pastorale giovanile Movimento Giovanile Salesiano salesitalia Mision Joven Dimensioni Mondo Erre DonBoscoland Scritti di Don Bosco ans bollettino
LogoMGSILE valdocco missioni vis asc exallievi vcdb mor ICC icp ILE ime ine isi