Stampa
PDF

Alcuni aspetti di educazione missionaria


Riccardo Tonelli

(NPG 1968-10-47)

 

Gli educatori d'oggi sono più esitanti di quelli d'un tempo, per impegnare i giovani in uno sforzo missionario.
Essi rifiutano ogni educazione colorita di paternalismo (l'adozione di un cinesino...) o di colonialismo (molto vicino al razzismo). E rifiutano anche lo spirito del propagandista. D'altra parte, l'educazione missionaria è una necessità per la costruzione della Chiesa. «... perché "la parola di Dio corra e sia glorificata" ed il Regno di Dio sia annunciato e stabilito in tutta quanta la terra» (Ad gentes, 1).
Riportiamo alcuni suggerimenti, parziali e marginali, che possono aiutare a creare un clima missionario.



I - L'educazione missionaria è presa di coscienza del senso del proprio battesimo

a) È necessario quindi educare ai seguenti atteggiamenti:

- non arrossire di essere cristiano;
- vivere con fierezza la propria fede, senza complessi trionfalistici senza complessi d'inferiorità;
- accettare chiaramente di essere ciò che si è;
- cercare il modo di manifestare anche esteriormente questa visibilità di fede (attraverso, per esempio, una partecipazione viva e attiva alla liturgia, attraverso una recezione dei sacramenti della fede, attraverso una manifestazione coraggiosa del proprio cristianesimo).
L'attività missionaria con la parola della predicazione e con la celebrazione dei sacramenti, di cui è centro e vertice la SS. Eucaristia, rende presente quel Cristo che della salvezza è l'autore (Ad gentes, 9).

b) Essenziale è di sentire il proprio battesimo come un impegno preciso di porsi al servizio di tutti, per aiutare tutti gli uomini a scoprire l'amore universale di Dio.
Si danno a volte delle circostanze che, almeno temporaneamente, rendono impossibile l'annuncio diretto e immediato del messaggio evangelico. In questo caso i missionari possono e debbono con pazienza e prudenza, e anche con grande fiducia, offrire almeno la testimonianza della carità e della bontà di Cristo, preparando così le vie del Signore e rendendolo in qualche modo presente (Ad gentes, 6).

c) È necessario suscitare il gusto della «proposta di fede» (invito rivolto agli altri a credere, a convertirsi, ad accettare la comunità di salvezza che è la Chiesa) nella disponibilità del missionario, rispettoso della libertà altrui e con la discrezione e delicatezza necessaria.
Questa proposta va indirizzata a tutti, geograficamente e sociologicamente.

* Questa «proposta di fede» è rivolta a tutto l'umano, in noi (io sono missionario della parte d'incredulità che c'è in me) e attorno a noi.
Fine specifico della attività missionaria è la evangelizzazione e la fondazione della Chiesa in quei popoli o gruppi in cui ancora non esiste (Ad gentes, 6).

* Questa proposta di fede si realizza mediante la nostra stessa vita cristiana, piena della gioia di appartenere all'alleanza. «Ogni cristiano è l'immagine vera anche se indegna del suo Cristo».
E si rende concreta e visibile:

- nell'affermazione del messaggio cristiano in tutti i mezzi di comunicazione sociale (stampa, radio, cinema, TV);
- nel dialogo con gli altri, fatto di attenzione ai loro valori, partecipazione ai loro problemi, per scoprire l'azione dello spirito e aiutare gli altri ad operare questa scoperta (scoperta del senso cristiano della vita);
Lo Spirito Santo previene visibilmente l'azione apostolica come incessantemente sebbene in varia maniera, l'accompagna e la regola (Ad gentes, 4).
- nella parola occasionale suggerita dalle circostanze;
- nel silenzio di disapprovazione di un atteggiamento non coerente;
- nella valutazione cristiana dei fatti, degli avvenimenti di tutti i giorni.

* Questa proposta di fede è sostenuta da una preghiera aperta alle dimensioni del mondo, desiderosa della realizzazione del Regno di Dio.

* Questa proposta di fede ha come dimensione essenziale la comunitarietà:
- esigenza di vivere la propria fede come membra di un popolo credenti;
- esigenza di un gruppo di forte esperienza cristiana come riferimento e sostegno della propria fede.

Ogni elemento di verità e di grazia riscontrabile, per una nascosta presenza di Dio, in mezzo ai pagani, l'attività missionaria lo purifica dalle scorie del male e lo restituisce integro al suo autore, cioè a Cristo...
Perciò ogni elemento di bene presente e riscontrabile nel cuore e nella mente umana, o negli usi e civiltà particolari dei popoli, non solo non va perduto, ma viene sanato ed elevato e perfezionato per la gloria di Dio, la confusione del demonio e la felicità dell'uomo (Ad gentes, 9).

II - L'educazione missionaria è educazione al dialogo, al rispetto degli altri, alla scoperta di ogni valore esistente attorno a noi, anche se di origine diversa, anche se dotato di sfumature che sembrano inaccettabili

Un dialogo ed una scoperta da compiersi nei termini storici del momento attuale:

a) questa esigenza va vissuta in un mondo internazionalizzato.
È opportuno quindi farsi attenti alle molteplici occasioni che hanno oggi i giovani di dialogare con ragazzi e ragazze di altre nazioni:

- informazioni sugli altri paesi: scuola di geografia, di storia;
- corrispondenza con giovani di altre nazioni;
- scambi di soggiorno con giovani europei;
- raduni internazionali;
- facilità di scambi internazionali, nel mondo dello sport, del cinema, della canzone, ecc.;
- funzione della TV come organo di collegamento, di informazione, di formazione al senso internazionale della esistenza;
- movimenti europeistici;
- attività di lavoro, di servizi, di carità, a favore di altre nazioni e continenti.
...e finalmente fu prefigurata l'unione dei popoli nell'universalità della fede attraverso la Chiesa della Nuova Alleanza, che in tutte le lingue si esprime e tutte le lingue nell'amore intende e comprende, superando la dispersione babelica (Ad gentes, 4).

b) questa esigenza va vissuta in un mondo pluralista.
Conviene perciò farsi attenti ai seguenti valori:

- rispettare gli insegnanti di parere diverso;
- rispettare i compagni;
- scoprire l'ecumenismo;
- scoprire i valori delle altre religioni;
- scoprire i valori dell'ateismo;
- rispettare i centri d'interesse degli altri (musica classica e yé-yé, sport, moda, letture...);
- rispettare coloro che frequentano corsi e scuole diverse dalla propria.

c) questa esigenza va vissuta in un mondo socializzato.
È opportuno perciò farsi attenti ai seguenti valori:

- riconoscere e rispettare i valori dei diversi mondi: rurale, urbano operaio, adulto, giovane, bianco, nero..., dei ricchi e dei poveri, di regioni diverse nella stessa nazione;
- accettare di essere arricchito dagli altri, di essere trasformato, anzi desiderarlo;
- ricercare il punto di vista degli altri;- in una parola: scoprire, accettare, valutare l'altro: colui che vive ogni giorno accanto e colui che appartiene ad un mondo diverso.

Sinodo sui giovani 
Un osservatorio
Commenti. riflessioni, proposte  

logo-SINODO-GIOVANI-colori-295x300

Di animazione,
animatori
e altre questioni
NPG e «animazione culturale»

animatori

Newsletter
Marzo 2018

NL marzo 2018

Newsletter NPG



Ricevi HTML?

invetrina2

Laboratorio
dei talenti 2.0
Una rubrica FOI

rubrica oratorio ridotta

No balconear 
Rubrica ispirata al/dal Papa
 

lostintranslation 1

Sulle spalle... 
dei giganti

giganti

Temi di PU 
(pastorale universitaria)

temi di PU

rubriche

 Il Vangelo
del giorno
(Monastero di Bose)

Lezionario 1

Storia "artistica"
della salvezza 

agnolo bronzino discesa di cristo al limbo 1552 dettaglio2

I cammini 
Una proposta-esperienza
per i giovani
e materiali utili

vie

Bellezza, arte 
e PG
(e lettere dal mondo)

arteepg

Etty Hillesum 
una spiritualità
per i giovani

 Etty

Semi di
spiritualità
Il senso nei frammenti

spighe

 

Lo zibaldone. 
Di tutto un po'
Tra letteratura, arte e pastorale...

zibaldone

Società, giovani 
e ragazzi
Aspetti socio-psico-pedagogici  

ragazziegiovani

Sussidi e materiali 
x l'animatore in gruppo 
 

cassetta

LIVE

Post It

1. Sintesi delle risposte dei vari gruppi linguistici della RIUNIONE PRE-SINODALE e TANTO TANTO ALTRO

2. In allestimento finale il numero di aprile-maggio di NPG

3. On line tutta l'annata 2013 (come promesso, fino a 5 anni fa)

Il numero di NPG 
in corso
Marzo 2018

NPG cover marzo 2018

Progettare PG

progettare

novita

ipad-newspaper-G

NPG: appunti 
per una storia

2010 SDB - NPG Logo 02 XX

Le ANNATE di NPG 
1967-2018 
 

annateNPG

I DOSSIER di NPG 
(dall'ultimo ai primi) 
 

dossier

Le RUBRICHE NPG 
(in ordine alfabetico)
Alcune ancora da completare 
 

Rubriche

Gli AUTORI di NPG
ieri e oggi 

pennapennino

Gli EDITORIALI NPG 
1967-2018 
 

editorialeRIDOTTO

INDICI NPG
50 ANNI
 
Voci tematiche - Autori - Dossier

search

VOCI TEMATICHE 
di NPG
(in ordine alfabetico) 
 

dizionario

I LIBRI di NPG 
Giovani e ragazzi,
educazione, pastorale
 

libriNPG

I «QUADERNI» 
dell'animatore

quaderni

 

Alcuni PERCORSI 
educativo-pastorali in NPG
 

percorsi

I SEMPREVERDI 
I migliori DOSSIER di NPG 
 

vite N1

NOTE'S GRAFFITI 
Materiali di lavoro
con gruppi di ragazzi e adolescenti 
 

medium

webtvpic

SOCIAL AREA

 
socialareaok2 r1_c1_s1 socialareaok2 r1_c2_s1 socialareaok2 r1_c3_s1 socialareaok2 r1_c4_s1

NPG segnala

  il BLOG di
Francesco Macrì

blog

 *****

il SITO di
Margherita Pirri
(autrice della ns colonna sonora)

pirri

Contattaci

Note di pastorale giovanile
via Marsala 42
00185 Roma

Telefono: 06 49 40 442

Fax: 06 44 63 614

Email

MAPPE del SITO 
navigare con una bussola

mappesito 1

PROGRAMMAZIONE
NPG 2018

programmazione 1

LECTIO DIVINA 
o percorsi biblici

lectiodivina 1 

DOTTRINA SOCIALE 
della Chiesa

dottrina 1

LE INTERVISTE: 
PG e...

interviste 1

ENTI CNOS

cospes tgs cnosfap cgs cnosscuola scsOK1 cnossport

SITI AMICI

Salesiani di Don Bosco Figlie di Maria Ausiliatrice editrice elledici università pontificia salesiana Servizio nazionale di pastorale giovanile Movimento Giovanile Salesiano salesitalia Mision Joven Dimensioni Mondo Erre DonBoscoland Scritti di Don Bosco ans bollettino
LogoMGSILE valdocco missioni vis asc exallievi vcdb mor ICC icp ILE ime ine isi