STATUTO

Centro Salesiano Pastorale Giovanile (CSPG)

2010

 

A. ISTITUZIONE E FINALITÀ

Art. 1. Il Centro Salesiano di Pastorale Giovanile per l’Italia (CSPG) è un organismo istituito dalla CISI il 6 giugno 1972, in base alle disposizioni del Capitolo Generale Speciale (CGS, 399). Alla luce delle deliberazioni del CG 26, la CISI, con atto fondativo nuovo, ne ridisegna le finalità e la composizione, rinnovandone lo Statuto.
Esso ha sede a Roma in via Marsala 42 ed è coordinato e animato dalla Comunità San Lorenzo-CNOS.

Art. 2. Il CSPG è un organismo di coordinamento e di animazione a servizio delle Ispettorie salesiane d’Italia e cura il dialogo e la collaborazione con gli uffici di pastorale della CEI

Art. 3. In tale prospettiva il CSPG assolve alle seguenti funzioni:
1. promuove e sviluppa studi e ricerche sui problemi attuali dell’educazione e della condizione giovanile, specie quella in situazione di rischio e di marginalità;
2. promuove e sviluppa la riflessione sulla integrazione fra educazione ed evangelizzazione, nella logica del Sistema Preventivo;
3. accompagna le Ispettorie salesiane d’Italia nella revisione del progetto educativo-pastorale nell’ottica della nuova evangelizzazione;
4. sostiene le ispettorie nel promuovere l’evangelizzazione in modo contestualizzato, in attuazione delle deliberazioni del CG 26 e delle indicazioni della Conferenza Episcopale Italiana;
5. offre servizi per la preparazione dei confratelli e dei laici corresponsabili nel campo delle discipline pastorali;
6. raccoglie e confronta le esperienze salesiane ed ecclesiali più significative intorno alla educazione ed evangelizzazione dei fanciulli, dei preadolescenti, degli adolescenti e dei giovani, e intorno alla formazione dei loro educatori, e ne promuove la sperimentazione di nuove;
7. sostiene le Ispettorie nella elaborazione di una proposta vocazionale all’interno del progetto educativo-pastorale ispettoriale e nella condivisione delle iniziative per tutte le fasce dell’età evolutiva;
8. coordina e anima, attraverso i responsabili nominati dal Consigliere regionale, gli uffici nazionali e le eventuali associazioni ad essi collegate: Scuola e Formazione professionale (CNOS SCUOLA, CNOS FAP), Parrocchie e Oratori, Residenze universitarie, Animazione vocazionale, Emarginazione e servizio civile (SCS CNOS), Animazione missionaria e VIS, Tempo libero (CNOS SPORT) e le Associazioni copromosse con le FMA (COSPES, CGS e TGS);
9. anima, attraverso i delegati ispettoriali di Pastorale giovanile e assieme alle consigliere ispettoriali di Pastorale giovanile delle FMA, la Segreteria nazionale MGS;
10. cura la pubblicazione della sua riflessione e delle ricerche da esso promosse, specialmente attraverso la rivista “Note di Pastorale Giovanile” (NPG), la cui redazione è composta dai membri del CSPG, oltre che da esperti.

B. STRUTTURA ORGANICA DEL SERVIZIO E COMPONENTI

Art. 4. Per lo svolgimento del suo compito, il CSPG necessita di momenti di riflessione e di studio, integrati con l’elaborazione di proposte, la circolazione di prassi, l’animazione delle Ispettorie, l’offerta di servizi. Esso crea sistema e favorisce la comunicazione e condivisione generando sinergie tra tutti i soggetti interessati.

Art. 5. Il CSPG è composto da:
- la comunità San Lorenzo Cnos;
- i coordinatori degli uffici nazionali;
- i delegati nazionali e presidenti SDB delle associazioni Cnos;
- i delegati ispettoriali di Pastorale giovanile;
- il delegato nazionale dei settori Formazione, Comunicazione sociale, Economia, e dei Salesiani Cooperatori ed ExAllievi;
- il rappresentante della Elledici e del Centro di Pedagogia Religiosa;
- esperti invitati.

Art. 6. Il coordinamento del CSPG è affidato al Coordinatore nazionale di PG, nella persona del Direttore della comunità San Lorenzo Cnos, che è anche Segretario CISI e Presidente nazionale CNOS.

C. COLLEGAMENTI E RAPPORTI

Art. 7. Il CSPG è direttamente collegato alla CISI da cui riceve compiti e priorità e a cui offre supporto e stimolo. Mantiene i contatti con il Dicastero di Pastorale Giovanile. Valorizza l’apporto di riflessione e ricerca dei Centri di studio salesiani presenti in Italia, di cui richiede la collaborazione stabile. Stabilisce relazioni con gli uffici di pastorale della CEI.

D. MODALITÀ DI LAVORO E TEMPI DI CONVOCAZIONE

Art. 8. Il CSPG adotta modalità di lavoro funzionali ai compiti, quali per esempio: momenti di ricerca e riflessione all’interno della comunità San Lorenzo-Cnos, costituzione di tavoli di concertazione e gruppi di lavoro con delegati di Pastorale giovanile ed esperti, sessioni di studio con docenti dei Centri di studio, e altri che si riterranno opportuni.

Art. 9. La convocazione del CSPG, o di gruppi di lavoro specifici, è fatta dal Coordinatore nazionale di PG, mediante comunicazione dell’ordine del giorno, dei tempi e della sede. Vengono definiti annualmente, d’intesa con la CISI, le priorità, gli obiettivi specifici, le iniziative da attivare, il calendario.
Sono previste ordinariamente tre convocazioni annuali, di cui una con la Presidenza CISI.

E. FINANZIAMENTO E VARIAZIONI STATUTARIE

Art. 10. Il CSPG si autofinanzia con le attività da esso promosse. È previsto un rimborso spese per i Coordinatori degli uffici nazionali non residenti e i docenti salesiani invitati.

Art. 11. La Presidenza CISI può apportare variazioni al presente Statuto.

Approvazione CISI: Torino, 4 maggio 2010.