chiesa

 

RACCONTARE LA PG DIOCESANA

Una rubrica di NPG 2011-2012

LA PROPOSTA

Quella che segue è una traccia (ovviamente facoltativa e non esaustiva) per un racconto della PG diocesana.
Un racconto che sia come sintesi e punto di convergenza all’interno della diocesi, da cui emerga la “peculiarità” della diocesi stessa, la sua caratteristica pastorale propria.
È vero che la PG viene vissuta essenzialmente nelle realtà locali, ma di certo il Delegato diocesano ha il polso della situazione, funge da animatore e coordinatore e ha il dono/compito dell’unità progettuale di PG nella sua diocesi, con il punto di riferimento del vescovo come pastore.

NOTE

6-7 cartelle standard possono essere sufficienti per un “minimo” di racconto.
Ma diciamo che almeno una pagina piena (o poco più) per ognuno dei punti sopra indicati può essere accettabile.
Finora abbiamo pubblicato le “storie” delle diocesi di Città di Castello e di Modena-Nonantola.
Sono in programmazione quelle delle diocesi di Messina, Tricarico, Lucca, Como, Chieti/Vasto, Firenze, Pinerolo, Perugia, Senigallia, Lucca, Alghero.
La proposta è per tutti (intendersi con la redazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

DOCUMENTAZIONE

Pensiamo importante ricevere anche eventuale documentazione di progetti di PG elaborati nella diocesi ed eventuali sussidi pastorali… magari anche per una loro condivisione-pubblicazione sulla rivista.