rizzi

Gabrielli editore - pp. 384 - € 25,00

Armido Rizzi (1933) è un teologo e filosofo tra i più noti e innovativi, già docente in diverse Facoltà teologiche, fondatore del Centro Sant’Apollinare di Fiesole dove ha promosso numerose iniziative di divulgazione teologica.
Il suo allievo ed “erede intellettuale”, Carmine Di Sante, in questo libro ricostruisce l’originale pensiero teologico di Armido Rizzi con il pregio di riassumere in un’unica opera un pensiero che si dispiega in decine di pubblicazioni e numerosi articoli.
Il libro compie una vera e propria operazione di “de-ellenizzazione” della teologia, di abbandono delle categorie filosofiche e metafisiche di derivazione platonica in cui per secoli sono stati improntati lo studio e l’annuncio della Parola biblica.

Carmine Di Sante, teologo e saggista, ha lavorato per quasi vent’anni al SIDIC (Service International de Documentation Judéo-Chrétienne) di Roma. Ha pubblicato numerosi saggi, tra i quali La preghiera d’Israele, Marietti 2009; Parola e terra, Cittadella 2011; Lo straniero nella bibbia, San Paolo 2012; La passione di Gesù, San Paolo 2013; Dio e i suoi volti, San Paolo 2014: Il perdono nella Bibbia, nella teologia, nella prassi ecclesiale, Queriniana 2016.
Numerosi suoi dossier o rubriche per NPG sono stati ripresi in pubblicazioni da Pazzini editore.

https://www.gabriellieditori.it/shop/scienze-religiose/carmine-di-sante-dentro-la-bibbia-armido-rizzi/

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.