Stampa
PDF

 

È vero, Signore,

eppure...

Fratel Goffredo - Bose

10 agosto

In quel tempo, 21partito da Gennesaret, Gesù si ritirò verso la zona di Tiro e di Sidone. 22Ed ecco, una donna cananea, che veniva da quella regione, si mise a gridare: «Pietà di me, Signore, figlio di Davide! Mia figlia è molto tormentata da un demonio». 23Ma egli non le rivolse neppure una parola. Allora i suoi discepoli gli si avvicinarono e lo implorarono: «Mandala via, perché ci viene dietro gridando!». 24Egli rispose: «Non sono stato mandato se non alle pecore perdute della casa d’Israele». 25Ma quella si avvicinò e si prostrò dinanzi a lui, dicendo: «Signore, aiutami!». 26Ed egli rispose: «Non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo ai cagnolini». 27«È vero, Signore – disse la donna –, eppure i cagnolini mangiano le briciole che cadono dalla tavola dei loro padroni». 28Allora Gesù le replicò: «Donna, grande è la tua fede! Avvenga a te come tu vuoi». E da quell’istante sua figlia fu guarita.
Mt 15,21-28

Una donna cananea – vale a dire pagana e dunque non credente nel Dio d’Israele – chiede a Gesù di guarire sua figlia dal male. Ma Gesù la ignora e i discepoli la considerano un fastidio da togliersi dai piedi, così da suggerirgli di mandarla via. Gesù spiega perché non interviene: “Non sono stato mandato se non alle pecore perdute della casa d’Israele”. Usa un passivo divino attraverso il quale esprime la sua consapevolezza di aver ricevuto da Dio una missione: rivolgersi solo ai credenti di Israele e non ai pagani. Questa è la volontà di Dio!
Emerge a questo punto la determinazione della donna che ignora sia il fastidio dei discepoli sia le parole di Gesù. Si mette in ginocchio davanti a lui e gli dice: “Signore, aiutami”. In questo modo lo costringe a fermarsi, a interrompe la sua missione. Questa pagana si frappone tra Dio che lo ha inviato e i figli d’Israele che ne sono i destinatari. Gesù ora l’ha davanti a sé, inginocchiata a terra e la donna lo obbliga a fare i conti con il suo volto, a guardare una madre negli occhi pieni di sofferenza vera che lo supplicano: “Aiutami!”. Ecco l’elementare della vita che si scontra con la dottrina religiosa: una madre chiede aiuto per sua figlia malata.
Finalmente Gesù le rivolge la parola dicendogli che non si può dare ai cagnolini il pane dei figli. “È vero, Signore, eppure …”; la cananea gli dà ragione, ma gli ricorda tuttavia che i cagnolini si accontentano anche solo delle briciole che cadono dalla tavola dei loro padroni. Sarà pure non credente ma questa donna è intelligente! Utilizza la stessa metafora di Gesù e la volge a proprio vantaggio. Di fatto risponde a Gesù: “Sì, è giusto che io che sono una pagana non pretenda da te il pane dei figli e per questo, come un cagnolino sotto la tavola, mi accontento delle briciole. Ma tu, Gesù, in nome della volontà del tuo Dio sei così duro da impedire perfino che io mi nutra delle briciole che cadono dalla tua tavola?”.
“Donna, grande è la tua fede”. A Gesù non resta che riconoscere la fiducia in lui della donna espressa dalla sua volontà. Gesù non si intestardisce nulle sue pur valide ragioni, non si irrigidisce nella difesa della volontà di Dio di cui è l’inviato e dichiara: “Avvenga a te come tu vuoi”. Vi è la volontà di Dio che la missione di Gesù si rivolga solo agli ebrei, ma vi è anche la volontà di questa donna che sua figlia sia guarita. Una pagana insegna a Gesù che le due volontà non si contrappongono, ma l’una non esclude l’altra. Nel cristianesimo delle origini sarà la fede in Cristo dei pagani a dilatare anche a loro il Vangelo di salvezza.
“È vero, Signore, eppure …”. La donna cananea e il suo dolore di madre sono questo “eppure” fatto persona. Un “eppure” che sta sempre a noi saper riconoscere e declinare in tutte quelle situazioni nelle quali la dottrina cristiana si scontra con il dolore autentico delle persone. Quelle situazioni nelle quali l’elementare della vita sembra contraddire quella che si ritiene essere la volontà di Dio. Ogni dottrina religiosa e ogni sistema di pensiero devono sapersi fermare di fronte alla sofferenza umana, alla realtà della vita e alla sua drammaticità. Dovunque sarà predicato il Vangelo si ricorderà di questa madre cananea, per tutti memoria che anche ogni dottrina cristiana ha un suo “eppure”.

Sinodo sui giovani 
Un osservatorio
Commenti. riflessioni, proposte  

logo-SINODO-GIOVANI-colori-295x300

Newsletter
Speciale 2018
(Estate-Settembre-Ottobre)
NLspeciale2018

Di animazione,
animatori
e altre questioni
NPG e «animazione culturale»

animatori

Newsletter NPG



Ricevi HTML?

invetrina2

Laboratorio
dei talenti 2.0
Una rubrica FOI

rubrica oratorio ridotta

No balconear 
Rubrica ispirata al/dal Papa
 

lostintranslation 1

Sulle spalle... 
dei giganti

giganti

Temi di PU 
(pastorale universitaria)

temi di PU

rubriche

 Il Vangelo
del giorno
(Monastero di Bose)

Lezionario 1

Storia "artistica"
della salvezza 

agnolo bronzino discesa di cristo al limbo 1552 dettaglio2

I cammini 
Una proposta-esperienza
per i giovani
e materiali utili

vie

Bellezza, arte 
e PG
(e lettere dal mondo)

arteepg

Etty Hillesum 
una spiritualità
per i giovani

 Etty

Semi di
spiritualità
Il senso nei frammenti

spighe

 

Lo zibaldone. 
Di tutto un po'
Tra letteratura, arte e pastorale...

zibaldone

Società, giovani 
e ragazzi
Aspetti socio-psico-pedagogici  

ragazziegiovani

Sussidi e materiali 
x l'animatore in gruppo 
 

cassetta

LIVE

Il numero di NPG 
in corso
Novembre 2018

NPG novembre 2018

Il numero di NPG 
precedente
Settembre-Ottobre 2018

cop sett-ott2018

Post It

1. Siamo in fase finale per il numero NPG di novembre su GIOVANI E AZZARDO. Nella NL la ripresa del tema con approfondimenti e materiali di uso animatori e docenti per gruppi e classi

2. Stiamo seguendo il Sinodo con gli eventi giorno per giorno...

3. Nella rubrica sulla Storia della salvezza, abbiamo inserito - per ogni tema artistico - una "guida" come lettura "critica" (a cura dell'autrice della rubrica, Maria Rattà).

4. On line tutta NPG fino all'annata 2013 (come promesso, fino a 5 anni fa), e pulizia-aggiornamento definitivo dei files delle annate precedenti

Progettare PG

progettare

novita

ipad-newspaper-G

NPG: appunti 
per una storia

2010 SDB - NPG Logo 02 XX

Le ANNATE di NPG 
1967-2018 
 

annateNPG

I DOSSIER di NPG 
(dall'ultimo ai primi) 
 

dossier

Le RUBRICHE NPG 
(in ordine alfabetico)
Alcune ancora da completare 
 

Rubriche

Gli AUTORI di NPG
ieri e oggi 

pennapennino

Gli EDITORIALI NPG 
1967-2018 
 

editorialeRIDOTTO

INDICI NPG
50 ANNI
 
Voci tematiche - Autori - Dossier

search

VOCI TEMATICHE 
di NPG
(in ordine alfabetico) 
 

dizionario

I LIBRI di NPG 
Giovani e ragazzi,
educazione, pastorale
 

libriNPG

I «QUADERNI» 
dell'animatore

quaderni

 

Alcuni PERCORSI 
educativo-pastorali in NPG
 

percorsi

I SEMPREVERDI 
I migliori DOSSIER di NPG 
 

vite N1

NOTE'S GRAFFITI 
Materiali di lavoro
con gruppi di ragazzi e adolescenti 
 

medium

webtvpic

SOCIAL AREA

 
socialareaok2 r1_c1_s1 socialareaok2 r1_c2_s1 socialareaok2 r1_c3_s1 socialareaok2 r1_c4_s1

Contattaci

Note di pastorale giovanile
via Marsala 42
00185 Roma

Telefono: 06 49 40 442

Fax: 06 44 63 614

Email

MAPPE del SITO 
navigare con una bussola

mappesito 1

PROGRAMMAZIONE
NPG 2018

programmazione 1

LECTIO DIVINA 
o percorsi biblici

lectiodivina 1 

DOTTRINA SOCIALE 
della Chiesa

dottrina 1

LE INTERVISTE: 
PG e...

interviste 1

ENTI CNOS

cospes tgs cnosfap cgs cnosscuola scsOK1 cnossport

SITI AMICI

Salesiani di Don Bosco Figlie di Maria Ausiliatrice editrice elledici università pontificia salesiana Servizio nazionale di pastorale giovanile Movimento Giovanile Salesiano salesitalia Mision Joven Dimensioni Mondo Erre DonBoscoland Scritti di Don Bosco ans bollettino
LogoMGSILE valdocco missioni vis asc exallievi vcdb mor ICC icp ILE ime ine isi