Stampa
PDF

 

Si fece carne

Fratel Lino - Bose

10 luglio 2018


In quel tempo 27mentre Gesù si allontanava, due ciechi lo seguirono gridando: "Figlio di Davide, abbi pietà di noi!". 28Entrato in casa, i ciechi gli si avvicinarono e Gesù disse loro: "Credete che io possa fare questo?". Gli risposero: "Sì, o Signore!". 29Allora toccò loro gli occhi e disse: "Avvenga per voi secondo la vostra fede". 30E si aprirono loro gli occhi. Quindi Gesù li ammonì dicendo: "Badate che nessuno lo sappia!". 31Ma essi, appena usciti, ne diffusero la notizia in tutta quella regione. 32Usciti costoro, gli presentarono un muto indemoniato. 33E dopo che il demonio fu scacciato, quel muto cominciò a parlare. E le folle, prese da stupore, dicevano: "Non si è mai vista una cosa simile in Israele!". 34Ma i farisei dicevano: "Egli scaccia i demòni per opera del principe dei demòni". 35Gesù percorreva tutte le città e i villaggi, insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il vangelo del Regno e guarendo ogni malattia e ogni infermità. 36Vedendo le folle, ne sentì compassione, perché erano stanche e sfinite come pecore che non hanno pastore . 37Allora disse ai suoi discepoli: "La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! 38Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe!".
Mt 9,27-38

Il vangelo che abbiamo ascoltato ci narra alcuni incontri di Gesù: due ciechi, un malato psichico, alcuni diffamatori, le folle.
Più che di incontri si tratta da parte di Gesù di un’immersione progressiva - sempre più giù - nella messe abbondante dell’umanità, nella carne dell’uomo, nella sua propria carne, nel suo mistero (cf. Gv 1,14: “Il Verbo si fece carne”). Conosce gli altri, conosce se stesso e la sua missione.
Una coppia di ciechi… è paradossale: cosa hanno da dirsi e da vedere l’uno nell’altro due ciechi? Sappiamo, anzi, che talora il male chiude e separa, piuttosto che unire. C’è tuttavia una forza dell’amicizia, della relazione, che va oltre un problema fisico. Se è vero che nulla ci può separare dall’amore di Cristo (cf. Rm 8,35.39), impariamo anche che nulla ci può separare dall’amore dell’uomo, neanche il più grande impedimento.
Un muto indemoniato… un uomo talmente alienato, rivoltato che non riesce a verbalizzare, è come imploso, blindato dall’interno.
La diffamazione (dei farisei): la diffamazione va situata al livello delle due esperienze di cui sopra, è un problema profondo di comprensione, di comunicazione. Non si è fatto i conti con se stessi e si riversa all’esterno, contro gli altri, quello che non siamo in grado di risolvere dentro di noi. È un meccanismo terribile, scaricare all’esterno una sofferenza, che simultaneamente continua a ri-generarsi in noi, e ci divora.
Infine le folle, stanche, sfinite, senza una guida… una sintesi di tutte le situazioni precedenti.
Gesù “sentì compassione” (9,36). Alla lettera: “gli si commossero le viscere”. È un movimento verso l’esterno, ma anche verso l’interno, verso se stesso, è capire gli altri, ma anche se stesso. È compassione non solo umana, ma anche divina: implica dono di sé, consegna, discesa. “Prima ha patito, poi è disceso” scrive Origene (Omelie su Ezechiele VI,6). Non è un sentimento esterno, è un appello interno, che in Gesù aveva una portata assolutamente unica, come unica era la sua vocazione.
La compassione di Gesù non è solo struggimento a causa di una sofferenza, ma è assunzione della sua vita: “Mi hai preparato un corpo… allora ho detto ecco io vengo!” (Eb 10,5.7).
Da questa consapevolezza nasce la sua richiesta: “Pregate il Signore della messe perché mandi operai nella sua messe”. È Gesù l’operaio del Padre. Ma questo coinvolge anche noi: “Manda me!” è la sintesi di ogni preghiera, diceva un saggio!
Nessuna spiritualità a basso prezzo, memori di un detto dei padri del deserto: “Chi fa l’angelo, fa la bestia!”. Ricominciare piuttosto da capo, ogni giorno, a “percorrere tutte le città e i villaggi” (9,35).
“Inebriabo te lacrima mea” (Is 16,9) stava scritto su un altare di una piccola chiesa dove andavo da ragazzo. Quella frase che il mio “latinorum” rendeva ancor più intrigante, l’ho portata inavvertitamente con me, e oggi mi sembra di intuirla appena un po’ di più. Le lacrime sono anche una grande forza, sono lacrime di uomini, ma anche lacrime di Dio.

Sinodo sui giovani 
Un osservatorio
Commenti. riflessioni, proposte  

logo-SINODO-GIOVANI-colori-295x300

Newsletter
Speciale 2018
(Estate-Settembre-Ottobre)
NLspeciale2018

Di animazione,
animatori
e altre questioni
NPG e «animazione culturale»

animatori

Newsletter NPG



Ricevi HTML?

invetrina2

Laboratorio
dei talenti 2.0
Una rubrica FOI

rubrica oratorio ridotta

No balconear 
Rubrica ispirata al/dal Papa
 

lostintranslation 1

Sulle spalle... 
dei giganti

giganti

Temi di PU 
(pastorale universitaria)

temi di PU

rubriche

 Il Vangelo
del giorno
(Monastero di Bose)

Lezionario 1

Storia "artistica"
della salvezza 

agnolo bronzino discesa di cristo al limbo 1552 dettaglio2

I cammini 
Una proposta-esperienza
per i giovani
e materiali utili

vie

Bellezza, arte 
e PG
(e lettere dal mondo)

arteepg

Etty Hillesum 
una spiritualità
per i giovani

 Etty

Semi di
spiritualità
Il senso nei frammenti

spighe

 

Lo zibaldone. 
Di tutto un po'
Tra letteratura, arte e pastorale...

zibaldone

Società, giovani 
e ragazzi
Aspetti socio-psico-pedagogici  

ragazziegiovani

Sussidi e materiali 
x l'animatore in gruppo 
 

cassetta

LIVE

Il numero di NPG 
in corso
Settembre-Ottobre 2018

cop sett-ott2018

Il numero di NPG 
precedente
Estate 2018

cop estate2018

Post It

1. Abbiamo spedito agli abbonati, in un unico invio, il numero estivo (con i materiali di approfondimento per la proposta educativo-pastorale salesiana: "Io sono una missione - #perlavitadeglialtri") e quello di settembre-ottobre (sul Sinodo "Nel cuore del Sinodo. Temi generativi, sfide provocatorie, inviti alla conversione")

2. Uno splendido omaggio ai nostri abbonati: il libretto dell'INSTRUMENTUM LABORIS del Sinodo, in allegato alla spedizione dei due NPG di cui sopra

3. On line tutta NPG fino all'annata 2013 (come promesso, fino a 5 anni fa), e pulizia-aggiornamento definitivo dei files delle annate precedenti

Progettare PG

progettare

novita

ipad-newspaper-G

NPG: appunti 
per una storia

2010 SDB - NPG Logo 02 XX

Le ANNATE di NPG 
1967-2018 
 

annateNPG

I DOSSIER di NPG 
(dall'ultimo ai primi) 
 

dossier

Le RUBRICHE NPG 
(in ordine alfabetico)
Alcune ancora da completare 
 

Rubriche

Gli AUTORI di NPG
ieri e oggi 

pennapennino

Gli EDITORIALI NPG 
1967-2018 
 

editorialeRIDOTTO

INDICI NPG
50 ANNI
 
Voci tematiche - Autori - Dossier

search

VOCI TEMATICHE 
di NPG
(in ordine alfabetico) 
 

dizionario

I LIBRI di NPG 
Giovani e ragazzi,
educazione, pastorale
 

libriNPG

I «QUADERNI» 
dell'animatore

quaderni

 

Alcuni PERCORSI 
educativo-pastorali in NPG
 

percorsi

I SEMPREVERDI 
I migliori DOSSIER di NPG 
 

vite N1

NOTE'S GRAFFITI 
Materiali di lavoro
con gruppi di ragazzi e adolescenti 
 

medium

webtvpic

SOCIAL AREA

 
socialareaok2 r1_c1_s1 socialareaok2 r1_c2_s1 socialareaok2 r1_c3_s1 socialareaok2 r1_c4_s1

Contattaci

Note di pastorale giovanile
via Marsala 42
00185 Roma

Telefono: 06 49 40 442

Fax: 06 44 63 614

Email

MAPPE del SITO 
navigare con una bussola

mappesito 1

PROGRAMMAZIONE
NPG 2018

programmazione 1

LECTIO DIVINA 
o percorsi biblici

lectiodivina 1 

DOTTRINA SOCIALE 
della Chiesa

dottrina 1

LE INTERVISTE: 
PG e...

interviste 1

ENTI CNOS

cospes tgs cnosfap cgs cnosscuola scsOK1 cnossport

SITI AMICI

Salesiani di Don Bosco Figlie di Maria Ausiliatrice editrice elledici università pontificia salesiana Servizio nazionale di pastorale giovanile Movimento Giovanile Salesiano salesitalia Mision Joven Dimensioni Mondo Erre DonBoscoland Scritti di Don Bosco ans bollettino
LogoMGSILE valdocco missioni vis asc exallievi vcdb mor ICC icp ILE ime ine isi