Le settimane

della Visitazione

Campi estivi per i "bambini del cratere"

Organizzati dal

LABORATORIO DELLA SPERANZA

 

visitazione


Le ragioni
Dal 24 agosto 2016, data che ha cambiato il volto dell’Appennino e il destino di tante famiglie del centro Italia, il Laboratorio della Speranza non ha mai smesso di sostenere, attraverso diverse modalità, le popolazioni colpite dal sisma.

Animatori volontari richiesti
Giovani e adolescenti dai 14 anni in su.
Nello scorso anno più di 900 volontari provenienti dagli oratori e dalle parrocchie di tutta Italia hanno raggiunto il centro Italia per animare le giornate di oltre 500 bimbi nei campi base e sulla costa.

I campi
Si svolgeranno nel corso di 4 settimane: dal 16 al 21 luglio, dal 23 al 28 luglio, dal 20 al 25 agosto e dal 27 agosto al primo settembre,

Attività
Escursioni, sport, animazione, gioco libero, ballo, laboratori, teatro e disegno nel programma per i bambini ospiti. Servizio, formazione e vita comunitaria per i volontari che vorranno donare una parte del proprio tempo e delle proprie conoscenze animando le settimane di Grest nelle comunità ancora disseminate tra costa e montagne.

Note organizzative
Per le iscrizioni come volontari, aperte il 10 marzo scorso, è possibile inviare la proposta di partecipazione attraverso la pagina dedicata, nel sito dell’associazione (www.laboratoriodellasperanza.it/iscrizioniestate2018).
Le proposte verranno confermate o meno in base al numero di adesioni della settimana: sarà consentito un numero massimo di 80 partecipanti.
Per tutte le altre informazioni, comprese le quote di partecipazione, che includono vitto e alloggio, si può scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure telefonare al numero 3348009354.

Accompagnatori spirituali
Essi guideranno la riflessione e la preghiera e saranno disponibile per l’ascolto e l’accompagnamento anche personale dei giovani presenti.
La prima settimana sarà affidata alla Pastorale Giovanile di Ascoli Piceno, la seconda a don Tony Drazza, assistente nazionale Azione Cattolica Giovani, la terza a don Michele Birardi, Servizio di Pastorale Giovanile della Diocesi di Bari, e la quarta alla fraternità del Sermig di Torino, grande sostenitore, fin dai primi momenti, dei progetti promossi dall’associazione.

La testimonianza
“Il nostro non è un intervento di pochi giorni ma pensato per accompagnare nel tempo il percorso di rinascita di queste comunità e che prevede, per il periodo estivo, campus diffusi su tutto il territorio del cratere. Lo scorso anno abbiamo coinvolto i bambini e i ragazzi delle comunità di Arquata del Tronto, Amatrice, Accumoli, Acquasanta Terme, Roccafluvione, Ripaberarda, Venarotta, Maltignano, Cermignano e Folignano. E anche quest’anno saranno coperte le stesse località”. (Anita Gasparrini, socia fondatrice)