Stampa
PDF

 

Cambiare sguardo

Fratel Luigi - Bose

12 febbraio 2018


1 In quel tempo Gesù uscì di casa e sedette in riva al mare. 2Si radunò attorno a lui tanta folla che egli salì su una barca e si mise a sedere, mentre tutta la folla stava sulla spiaggia.
3Egli parlò loro di molte cose con parabole. E disse: «Ecco, il seminatore uscì a seminare. 4Mentre seminava, una parte cadde lungo la strada; vennero gli uccelli e la mangiarono. 5Un'altra parte cadde sul terreno sassoso, dove non c'era molta terra; germogliò subito, perché il terreno non era profondo, 6ma quando spuntò il sole, fu bruciata e, non avendo radici, seccò. 7Un'altra parte cadde sui rovi, e i rovi crebbero e la soffocarono. 8Un'altra parte cadde sul terreno buono e diede frutto: il cento, il sessanta, il trenta per uno. 9Chi ha orecchi, ascolti».

La parabola del seminatore è la risposta di Gesù a una situazione che sta andando verso il fallimento da tutti i punti di vista. Le autorità religiose prima lo accusano di agire e parlare per conto di Satana, poi lo sfidano a mostrare segni potenti dal cielo; i parenti lo guardano con sospetto, le folle lo ricercano solo in modo interessato, i discepoli sono lenti e tardi a credere... Tutta una serie di ostacoli sembra impedire l’attuazione del Regno annunciato da Gesù, e in definitiva negarne la verità e l’autenticità.
In questo contesto, quando Gesù si rende conto che ogni altra parola è diventata inutile, perché incontrerebbe solo rifiuto, sceglie di cambiare registro, e così “inventa” le parabole. Per ben sei volte ritroviamo la formula: “Il regno dei cieli è simile a” o “è paragonabile a”, uno stile narrativo che inizia un discorso lasciando agli uditori la prosecuzione per coglierne il significato profondo.
Gesù non dà lezioni ma, con un linguaggio allusivo, invita tutti a giudicare da sé stessi. Il che presuppone un’autentica volontà di capire: “Chi ha orecchi ascolti!” (Mt 13,9). Altrimenti le parabole si tramutano in enigma indecifrabile.
Le parabole sono la testimonianza dello sguardo stupito e attento di Gesù che coglie la presenza del Regno non fuori né al di là degli eventi, ma nelle pieghe nascoste degli eventi stessi, liberati dalla loro ovvietà.
Il seminatore sparge il seme su ogni tipo di terreno con una larghezza e un’abbondanza che saremmo tentati di giudicare insensate. E infatti buona parte del seme va perduta… Si direbbe la storia di una lunga serie di fallimenti, uno dopo l’altro. Un po’ come le nostre vite. Eppure la storia va letta con gli occhi di Gesù, e va letta fino in fondo. Nonostante gli ostacoli siano tali da far ritenere quasi impossibile il raccolto, esso avviene ugualmente, contro ogni attesa.
La nota finale, che descrive sobriamente e senza trionfalismi il frutto della semente caduta sulla “terra buona” ci dice che nonostante tutto, agli occhi di Gesù, quell’unico successo vale almeno quanto i primi tre insuccessi. I tre risultati buoni che egli elenca con precisione (cento, sessanta e trenta) si contrappongono ai tre risultati fallimentari dei primi tre terreni.
Con questa storia paradossale Gesù mostra lo “stile di Dio”, che interviene nel mondo non con manifestazioni di potenza, ma con la “parola della croce”, nell’umiltà e in mezzo a ostacoli di ogni genere, e allo stesso tempo vuole invitarci alla fiducia: ci chiede di riconoscere nella piccolezza dei segni che già ci è dato di intravedere la potenza nascosta del Regno che, nei tempi stabiliti da Dio, sarà capace di trasformare il mondo.
In definitiva si tratta di un invito a cambiare lo sguardo, a guardare la realtà e la vita con gli occhi di Dio e non con i nostri. Non si tratta certo di negare i fallimenti e le resistenze, che non riguardano solo “altri”, ma prima di tutto noi stessi e le nostre vite, perché ciascuno di noi ha in sé un po’ di tutti quei terreni, nessuno escluso… Eppure si tratta di riconoscere che il seme del vangelo, che viene da Gesù (e non da noi), è un seme buono che darà frutto a suo tempo. In quanto parola venuta da Dio non può restare “senza effetto” (Is 55,11), ovunque trovi accoglienza e capacità di ascolto.

Post It

1. I freschi materiali per la RIUNIONE PRE-SINODALE. Vedi la rubrica qui sotto

2. In composizione il numero di marzo, con dossier sull'accompagnamento vocazionale

3. Qui sotto, le nuove rubriche di NPG, su cartaceo e on line

4. Abbiamo unificato QUI le varie rubriche su Santi e Testimoni

Sinodo sui giovani 
Un osservatorio
Commenti. riflessioni, proposte  

logo-SINODO-GIOVANI-colori-295x300

Newsletter
Febbraio 2018

NL febbraio 2018

Laboratorio
dei talenti 2.0
Una rubrica FOI

rubrica oratorio ridotta

No balconear 
Rubrica ispirata al/dal Papa
 

lostintranslation 1

Sulle spalle... 
dei giganti

giganti

 Il Vangelo
del giorno
(Monastero di Bose)

Lezionario 1

Temi di PU 
(pastorale universitaria)

temi di PU

Temi 
«generatori»
Pastorale e spiritualità giovanile

inprimopiano

invetrina2

Storia "artistica"
della salvezza 

agnolo bronzino discesa di cristo al limbo 1552 dettaglio2

I cammini 
Una proposta-esperienza
per i giovani
e materiali utili

vie

Bellezza, arte 
e PG

arteepg

Etty Hillesum 
una spiritualità
per i giovani

 Etty

Newsletter NPG



Ricevi HTML?

PGNEWS

stampa

Lo zibaldone. 
Di tutto un po'
Tra letteratura, arte e pastorale...

zibaldone

rubriche

Società, giovani 
e ragazzi
Aspetti socio-psico-pedagogici  

ragazziegiovani

Sussidi e materiali 
x l'animatore in gruppo 
 

cassetta

LIVE

Il numero di NPG 
in corso
Febbraio 2018

febbraio2018 modulo

Progettare PG

progettare

novita

ipad-newspaper-G

NPG: appunti 
per una storia

2010 SDB - NPG Logo 02 XX

Le ANNATE di NPG 
1967-2018 
 

annateNPG

I DOSSIER di NPG 
(dall'ultimo ai primi) 
 

dossier

Le RUBRICHE NPG 
(in ordine alfabetico)
Alcune ancora da completare 
 

Rubriche

Gli AUTORI di NPG
ieri e oggi 

pennapennino

Gli EDITORIALI NPG 
1967-2018 
 

editorialeRIDOTTO

INDICI NPG
50 ANNI
 
Voci tematiche - Autori - Dossier

search

VOCI TEMATICHE 
di NPG
(in ordine alfabetico) 
 

dizionario

I LIBRI di NPG 
Giovani e ragazzi,
educazione, pastorale
 

libriNPG

I «QUADERNI» 
dell'animatore

quaderni

 

Alcuni PERCORSI 
educativo-pastorali in NPG
 

percorsi

I SEMPREVERDI 
I migliori DOSSIER di NPG 
 

vite N1

NOTE'S GRAFFITI 
Materiali di lavoro
con gruppi di ragazzi e adolescenti 
 

medium

webtvpic

SOCIAL AREA

 
socialareaok2 r1_c1_s1 socialareaok2 r1_c2_s1 socialareaok2 r1_c3_s1 socialareaok2 r1_c4_s1

NPG segnala

  il BLOG di
Francesco Macrì

blog

 *****

il SITO di
Margherita Pirri
(autrice della ns colonna sonora)

pirri

Newsletter
«NPG 50 anni»

50 anni

Newsletter
«Riccardo Tonelli»
In memoria

tonelli

Contattaci

Note di pastorale giovanile
via Marsala 42
00185 Roma

Telefono: 06 49 40 442

Fax: 06 44 63 614

Email

MAPPE del SITO 
navigare con una bussola

mappesito 1

PROGRAMMAZIONE
NPG 2018

programmazione 1

LECTIO DIVINA 
o percorsi biblici

lectiodivina 1 

DOTTRINA SOCIALE 
della Chiesa

dottrina 1

LE INTERVISTE: 
PG e...

interviste 1

ENTI CNOS

cospes tgs cnosfap cgs cnosscuola scsOK1 cnossport

SITI AMICI

Salesiani di Don Bosco Figlie di Maria Ausiliatrice editrice elledici università pontificia salesiana Servizio nazionale di pastorale giovanile Movimento Giovanile Salesiano salesitalia Mision Joven Dimensioni Mondo Erre DonBoscoland Scritti di Don Bosco ans bollettino
LogoMGSILE valdocco missioni vis asc exallievi vcdb mor ICC icp ILE ime ine isi