Stampa
PDF

 

Celebrare la luc

Fratel Valerio - Bose

2 novembre 2017  
 

In quel tempo, Gesù disse: "37Tutto ciò che il Padre mi dà, verrà a me: colui che viene a me, io non lo caccerò fuori, 38perché sono disceso dal cielo non per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato. 39E questa è la volontà di colui che mi ha mandato: che io non perda nulla di quanto egli mi ha dato, ma che lo risusciti nell'ultimo giorno. 40Questa infatti è la volontà del Padre mio: che chiunque vede il Figlio e crede in lui abbia la vita eterna; e io lo risusciterò nell'ultimo giorno".
(Gv 6, 37-40)

La notte che dalla festa dei Santi scivola lentamente nel giorno della memoria dei defunti è una vera e propria celebrazione della luce. Anche nel cimitero del nostro paese di Magnano la notte è punteggiata da uno straordinario palpitare di lumi, che rinvia al pulsare stesso della vita. Sì, in questi giorni più che mai, i cimiteri mostrano in modo visibile ciò che la fede ci fa vedere con gli occhi del cuore: quello che definiamo il luogo dei morti, in verità è un luogo che narra e celebra la vita.
Pia illusione? No, il cristiano è uno che si lascia guidare dalla parola del vangelo: la sua fede si fonda su una parola affidabile. E oggi ci è consegnata una parola autorevole, degna di fede: “Questa è la volontà di Colui che mi ha mandato – dice Gesù –, che io non perda nulla di quanto egli mi ha dato” (Gv 6,39). Parola di grande consolazione, che ci dice che Gesù vive il suo rapporto con noi sotto il segno del dono: noi siamo per lui un dono affidatogli dal Padre, dono di cui si assume piena responsabilità, impegnandosi a che nulla e nessuno vada perduto, ma abbia la pienezza della vita.
Più avanti Gesù dirà a Marta: “Io sono la resurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore, vivrà. … Credi tu questo?” (Gv 11,25-26). C’è la promessa del Signore, ma c’è nel contempo la domanda rivolta a ciascuno di noi: “Credi tu questo?”, cioè: “Ti fidi? Ti affidi?”. È questo che ci è chiesto, anzitutto, nei confronti del Signore. E nei confronti dei nostri morti?
Noi andiamo in questi giorni a visitarli, a deporre un lume e dei fiori sulla loro tomba, a dire una preghiera, a parlare con loro, a esprimere sentimenti che forse non siamo stati capaci di formulare quando essi erano in vita:
La gratitudine, perché la vita, la fede, l’amore, e tanto altro ancora, non ce li siamo dati da soli:
altri ce li hanno trasmessi. Quale debito di riconoscenza abbiamo nei loro confronti! Penso a quell’uomo “sempliciotto”, un po’ folle (folle, o non piuttosto sapiente?) che, passando davanti alle tombe del cimitero, dinanzi a ognuna diceva: “Grazie!” e faceva un inchino… Va detto: spesso siamo così insipienti che è il distacco, la perdita, la morte a farci prendere consapevolezza della preziosità di chi ci sta accanto.
Il rammarico per le tante occasioni mancate, per il gesto di amore che potevamo fare e non
abbiamo fatto, per il sorriso, la gentilezza, l’attenzione che potevamo avere e che per egoismo, per indifferenza o anche solo per pigrizia non abbiamo avuto. È cosa bella portare fiori alle tombe dei nostri cari che sono morti. Ma se imparassimo a offrire anche qualche fiore e qualche gentilezza in più a coloro che sono ancora in vita accanto a noi?
La purificazione della memoria: forse ci sono state esperienze negative nei rapporti con chi ci ha lasciato; possono essere rimaste ombre, grumi di amarezza. Ecco, c’è un’ascesi da operare: avvolgere tutto nel manto della misericordia. “Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia” (Mt 5,7).
Sì, usare misericordia, perché avremo bisogno a nostra volta di essere avvolti nel manto della misericordia.
E se pensassimo la vita eterna come una vita in cui, purificati da tutti i nostri egoismi e da tutte le nostre meschinità, e fatti conformi al Figlio, saremo resi capaci di amarci per davvero, molto di più e molto meglio di quanto abbiamo saputo fare quaggiù?

 

Newsletter
Novembre 2017

NL-novembre17

Temi di PU 
(pastorale universitaria)

temi di PU

 Il Vangelo
del giorno
(Monastero di Bose)

Lezionario 1

Sinodo sui giovani 
Un osservatorio
Commenti. riflessioni, proposte  

sinodogiovani

Temi 
«generatori»
Pastorale e spiritualità giovanile

inprimopiano

invetrina2

Storia "artistica"
della salvezza 

agnolo bronzino discesa di cristo al limbo 1552 dettaglio2

I cammini
Un'esperienza di pellegrinaggio 
per i giovani

via-francigena

Per accompagnare
i cammini
Lo zaino del pellegrino giovane

vie

Percorsi geografici
culturali e religiosi
Lettere da ogni parte del mondo

percorsiruozi

Newsletter NPG



Ricevi HTML?

PGNEWS

stampa

Lo zibaldone. 
Di tutto un po'
Tra letteratura, arte e pastorale...

zibaldone

rubriche

Società, giovani 
e ragazzi
Aspetti socio-psico-pedagogici  

ragazziegiovani

Sussidi e materiali 
x l'animatore in gruppo 
 

cassetta

LIVE

webtvpic

Il numero di NPG 
in corso
Novembre 2017

cop-nov2017-400

Progettare PG

progettare

novita

ipad-newspaper-G

NPG: appunti 
per una storia

2010 SDB - NPG Logo 02 XX

Le ANNATE di NPG 
1967-2017 
 

annateNPG

I DOSSIER di NPG 
(dall'ultimo ai primi) 
 

dossier

Le RUBRICHE NPG 
(in ordine alfabetico)
Alcune ancora da completare 
 

Rubriche

Gli AUTORI di NPG
ieri e oggi 

pennapennino

Gli EDITORIALI NPG 
1967-2017 
 

editorialeRIDOTTO

INDICI NPG
50 ANNI
 
Voci tematiche - Autori - Dossier

search

VOCI TEMATICHE 
di NPG
(in ordine alfabetico) 
 

dizionario

I LIBRI di NPG 
Giovani e ragazzi,
educazione, pastorale
 

libriNPG

I «QUADERNI» 
dell'animatore

quaderni

 

Alcuni PERCORSI 
educativo-pastorali in NPG
 

percorsi

I SEMPREVERDI 
I migliori DOSSIER di NPG 
 

vite N1

NOTE'S GRAFFITI 
Materiali di lavoro
con gruppi di ragazzi e adolescenti 
 

medium

SOCIAL AREA

 
socialareaok2 r1_c1_s1 socialareaok2 r1_c2_s1 socialareaok2 r1_c3_s1 socialareaok2 r1_c4_s1

Contattaci

Note di pastorale giovanile
via Marsala 42
00185 Roma

Telefono: 06 49 40 442

Fax: 06 44 63 614

Email

MAPPE del SITO 
per navigare con una bussola

mappesito

PROGRAMMAZIONE
NPG 2017

programmazione

La DOTTRINA SOCIALE 
della Chiesa

dottrina

Le INTERVISTE: 
PG e...

interviste

cospes vis tgs cnosfap cgs cnosscuola scsOK1 cnossport
Salesiani di Don Bosco Figlie di Maria Ausiliatrice editrice elledici università pontificia salesiana Servizio nazionale di pastorale giovanile Movimento Giovanile Salesiano salesitalia Mision Joven Dimensioni Mondo Erre DonBoscoland Scritti di Don Bosco ans bollettino
LogoMGSILE valdocco missioni missionitv asc exallievi vcdb mor ICC icp ILE ime ine isi