Stampa
PDF

 

Franco Garelli

EDUCAZIONE

Il Mulino 2017 - pp. 157 € 12,00

garelli

 

Fanalino di coda
Circola un curioso aneddoto sull’inizio del pontificato di Karol Wojtyla. Un giorno il Papa ha chiesto a un cardinale cui aveva dato udienza di accompagnarlo per un momento di relax nei giardini vaticani. E di fronte al confratello che magnificava quell’oasi di pace, quei prati e quelle siepi ben pettinate, si dice che abbia reagito con queste parole: «Sì, qui è tutto bello; ma io sono un uomo di boschi, non di giardini. Il bosco costringe alla forza, a stare con se stessi, a non essere leziosi, a corazzarsi verso le difficoltà». Amo pensare che questo episodio sveli nel profondo la personalità d’un pontefice recente che ha avuto un ruolo rilevante nella chiesa cattolica e nel mondo. Il suo vigore era espressione di una particolare formazione, degli stimoli «educativi» ricevuti dall’ambiente in cui è nato e cresciuto; tratti questi riconoscibili da quanti – pur di orientamenti diversi – hanno maturato l’idea nell’incontrarlo di essere di fronte ad una figura con un suo preciso spessore umano e spirituale.
Ovviamente la compiutezza educativa non è soltanto una prerogativa delle grandi personalità.
Tutti noi abbiamo conosciuto nel corso degli anni delle persone che pur conducendo una vita ordinaria ci hanno colpito per una loro armonia interna, per una «grazia» personale, per qualche tratto umano distintivo. Tutti aspetti perlopiù disgiunti dal livello di istruzione, dalla classe sociale di appartenenza, dall’ambiente più o meno vivace in cui erano chiamati a vivere. Magari si tratta di contadini che non hanno studiato, o di figure figlie di una cultura popolare o tradizionale, o anche di giovani dagli esiti scolastici incerti; che tuttavia manifestano una forza interiore, una consistenza d’animo non comune, un tipo di linguaggio e una visione della realtà ricchi di significato. Ecco la naturalezza e la forza dell’educazione.
In parallelo, tutti quanti abbiamo in memoria qualche adulto che ha lasciato una traccia nei nostri anni verdi, a fianco di molti altri finiti dietro le quinte della nostra esistenza. Un insegnante, un istruttore, magari un collega di lavoro: il cui sguardo, parola o esempio ci hanno aperto nuovi orizzonti, trasmesso fiducia, richiamato a grandi mete. E ciò al di là dell’aver fatto tesoro della loro presenza, per la difficoltà di recepire dei messaggi impegnativi.
Si tratta di persone perlopiù scomparse dal nostro orizzonte, perse nei molti incroci dell’esistenza. In tutti i casi essi rappresentano la nostra comunità «virtuale» di riferimento, le figure che ci accompagnano nella vita anche se sono ormai distanti, a cui va il nostro pensiero in alcuni momenti decisivi, con un misto di riconoscenza per ciò che ci hanno offerto in chiave educativa e fors’anche di rimpianto per un dover essere intravisto e non sufficientemente onorato. Anche a questo livello emerge la fecondità di una «buona» educazione.
Chiudo questa riflessione richiamando due immagini dell’educazione che circolano nella nostra cultura (e su internet): una che evoca il senso del bello, la finezza estetica; l’altra che celebra il valore dell’impegno formativo nonostante sia arduo scorgerne l’esito. Il primo motto così recita: «L’educazione è come l’eleganza. Se non ce l’hai non puoi fingere di averla»; mentre il secondo ci ricorda che «Educare è come seminare: il frutto non è garantito e non è immediato, ma se non si semina è certo che non ci sarà raccolto».

SOMMARIO
Anteprima: «Perché difendiamo il nostro professore?»
I. Tweet (antichi e moderni) sull’educazione
II. L’oggi dell’educazione: crisi e luoghi comuni
III. I giovani: basta con gli stereotipi!
IV. Famiglie indaffarate: più cura che educazione
V. Scuola, la fiducia dimezzata
VI. Dilemmi educativi 111
VII. Condividere valori, suscitare libertà
Fanalino di coda

Newsletter
Estate 2017

NLestate2017

invetrina2

I cammini
Un'esperienza di pellegrinaggio 
per i giovani

via-francigena

Per accompagnare
i cammini
Lo zaino del pellegrino giovane

vie

Sinodo sui giovani 
Un osservatorio
Commenti. riflessioni, proposte  

sinodogiovani

Storia "artistica"
della salvezza 

agnolo bronzino discesa di cristo al limbo 1552 dettaglio2

Con o senza Te
#nonèlastessacosa
Proposta pastorale MGS 2016-17 
 

tornarea

Interpellati 
da Gesù

interpellatidagesu

Società, giovani 
e ragazzi
Aspetti socio-psico-pedagogici  

ragazziegiovani

L'educatore
competente
 
Formazione e spiritualità
 

educatore competente

Istituzioni, luoghi, 
contesti educativi 
 

cittaeducativa

Santi e testimoni 
di ieri e di oggi
Proposta di un cammino spirituale 
 

Icona Martiri2016

Educazione 
e bellezza 
 

educazione bellezza

Sussidi e materiali 
x l'animatore in gruppo 
 

cassetta

Newsletter NPG



Ricevi HTML?

PGNEWS

stampa

NPG: appunti 
per una storia

2010 SDB - NPG Logo 02 XX

Lo zibaldone. 
Di tutto un po'
Tra letteratura, arte e pastorale...

zibaldone

rubriche

Le 10 Parole 
(Ravasi, RadioRai,
Di Sante)

tavoledellalegge

Pedagogia 
interculturale

pedagogia interculturale

 Frammenti di fede
nel quotidiano
Dio, Cristo, Maria. Chiesa
 

fedenelquotidiano

I giovani 
e Maria
Comprensione e devozione cristiana

mariadinazareth

Corporeità e
pastorale giovanile

corporeita

Educazione 
e mistica

meistereckhart

Formazione 
(giovani) animatori

giovani -_pastorale_giovanile_animatori

Educare
alla Costituzione

costituzione

Le interviste: 
PG e...

interviste

LIVE

webtvpic

Il numero di NPG 
in corso
Estate 2017

copestate17

novita

ipad-newspaper-G

Le ANNATE di NPG 
1967-2017 
 

annateNPG

I DOSSIER di NPG 
(dall'ultimo ai primi) 
 

dossier

Le RUBRICHE NPG 
(in ordine alfabetico)
Alcune ancora da completare 
 

Rubriche

Gli AUTORI di NPG
ieri e oggi 

pennapennino

Gli EDITORIALI NPG 
1967-2017 
 

editorialeRIDOTTO

INDICI NPG
50 ANNI
 
Voci tematiche - Autori - Dossier

search

VOCI TEMATICHE 
di NPG
(in ordine alfabetico) 
 

dizionario

I LIBRI di NPG 
Giovani e ragazzi,
educazione, pastorale
 

libriNPG

I «QUADERNI» 
dell'animatore

quaderni

 

Alcuni PERCORSI 
educativo-pastorali in NPG
 

percorsi

I SEMPREVERDI 
I migliori DOSSIER di NPG 
 

vite N1

NOTE'S GRAFFITI 
Materiali di lavoro
con gruppi di ragazzi e adolescenti 
 

medium

Un percorso di spiritualità
per giovani

spirit-giovanile

Teologia e antropologia 
per la pastorale
Contributi NPG dal 1996 al 2016 
 

statuetta-buon-pastore

Cantieri
dell'anima
Piste educative estemporanee

cantieredellanima

Temi biblici
per la PG
e la spiritualità
 

bibbia-rubriche

Alla scuola
di Gesù
Percorsi di Giubileo

allascuoladigesu

Semi di
spiritualità
Il senso nei frammenti

spighe

 

Maestro, 
dove abiti?

merc28mag

Itinerari 
di educazione  
alla fede

Sentiero 02

Temi 
«generatori»
Pastorale e spiritualità giovanile

inprimopiano

Imparare
a pregare
Obiettivi, metodi, esperienze

lorante

Vocazione,
vocazioni
Nella Chiesa, per il mondo

vocazione

Interiorità
questa inattuale
L'educazione del e dal profondo

reiki 02

PG per la vita 
e la speranza
Un approccio «scientifico» alla PG

giov

Amore 
giovane
Temi di pastorale del fidanzamento

giovani-amore-internet

Educazione 
alla virtù

virtu

SOCIAL AREA

 
socialareaok2 r1_c1_s1 socialareaok2 r1_c2_s1 socialareaok2 r1_c3_s1 socialareaok2 r1_c4_s1

Contattaci

Note di pastorale giovanile
via Marsala 42
00185 Roma

Telefono: 06 49 40 442

Fax: 06 44 63 614

Email

MAPPE del SITO 
per navigare con una bussola

mappesito

PROGRAMMAZIONE
NPG 2017

programmazione

La DOTTRINA SOCIALE 
della Chiesa

dottrina

Le INTERVISTE: 
PG e...

interviste

cospes vis tgs cnosfap cgs cnosscuola scsOK1 cnossport
Salesiani di Don Bosco Figlie di Maria Ausiliatrice editrice elledici università pontificia salesiana Servizio nazionale di pastorale giovanile Movimento Giovanile Salesiano salesitalia Mision Joven Dimensioni Mondo Erre DonBoscoland Scritti di Don Bosco ans bollettino
LogoMGSILE valdocco missioni missionitv asc exallievi vcdb mor ICC icp ILE ime ine isi