Il Sinodo e NPG 

Logo Sinodo dei giovani

Alla XV Assemblea generale ordinaria del Sinodo dei Vescovi (3-28 ottobre 2018) sul tema “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”, tra i Padri sinodali provenienti da tutto il mondo, di nomina pontificia, eletti ed ex officio, con i collaboratori, uditori e uditrici, consultori, assistenti e delegati fraterni delle varie Chiese cristiane,
partecipano anche alcuni membri della redazione di NPG:
come segretario speciale: d. Rossano SALA, il direttore di NPG
come consulenti: d. Michele FALABRETTI, vicedirettore di NPG e Responsabile del SNPG della CEI
d. Salvatore CURRÒ, Professore di PG all'UPS
e altri collaboratori della rivista:
d. Andrea BOZZOLO, Professore di Teologia Dogmatica presso UPS-Torino
d. Giuseppe DE VIRGILIO, Professore di Nuovo Testamento e Teologia Biblica presso PUSC
p. Jean-Paul HERNÁNDEZ, Direttore dell'Associazione "Pietre vive".
e come uditrice: Suor Alessandra SMERILLI, Docente di Economia presso l'Auxilium, Membro del Comitato scientifico e organizzatore delle settimane sociali dei cattolici.

Ne siamo onorati, e auguriamo loro buon lavoro, sicuri che su NPG ricadranno poi tanti frutti dal confronto, riflessione e scambio di esperienze.

 

3P e NPG

PPP e NPG

 

Una sorpresa e una grande emozione

Mentre festeggiamo la memoria del martirio di Padre Pino Puglisi, un amico ci manda questa foto.

Il Beato ha tra le mani una copia di NOTE DI PASTORALE GIOVANILE, e certo non per circostanza...
Siamo andati a verificare nelle annate passate quale fosse il numero della rivista, e abbiamo trovato (da immagine e colore) che era il n. 3 del 1982, con un dossier sull'educazione alla preghiera e - tra le rubriche - il racconto di una esperienza di lotta al disagio giovanile a Foggia.

Qui di seguito il link di quel numero. Anche questo è un modo per un legame spirituale con questa luminosa figura di martire e testimone, di educatore e pastore.

http://www.notedipastoralegiovanile.it/index.php?option=com_content&view=article&id=2270:npg-marzo-1982&catid=327:npg-annata-1982&Itemid=207

 

giudizio

Elezione Papa

 

“Giudizio Universale.

Michelangelo and the Secrets

of the Sistine Chapel”

ideato da Marco Balich e realizzato da Artainment Worldwide Shows 

Auditorium Conciliazione di Roma, ad ottobre

Primo spettacolo residente italiano, che ha per protagonista assoluta un’opera d’arte e si inserisce negli eventi religiosi del 14 ottobre (la canonizzazione di Paolo VI e di Mons. Romero), all'interno del Sinodo dei Vescovi dedicato ai giovani.
Lo spettacolo, incentrato sulla bellezza dell’arte, offre momenti di profonda riflessione e di spiritualità. Tramite il racconto delle opere Michelangiolesche, della Volta e del Giudizio Universale, ma anche degli affreschi laterali degli altri grandi artisti che contribuiscono a rendere la Cappella Sistina un luogo unico al mondo, l’allestimento offre allo spettatore, un viaggio nella storia più antica del mondo, la Bibbia. 
Ha debuttato a Roma il 15 marzo, suscitando ampio interesse nazionale e internazionale: realizzato con la consulenza scientifica dei Musei Vaticani, per la prima volta mette in scena la genesi degli affreschi della Cappella Sistina. Lo spettacolo dunque si inserisce perfettamente anche in un percorso di carattere spirituale.
Un viaggio straordinario che permetterà allo spettatore di immergersi completamente nelle meraviglie della Cappella Sistina, scoprirne la storia e i segreti e vivere un’esperienza unica grazie al capolavoro di Michelangelo e all’ innovativa modalità di fruizione. Il tema musicale principale dello spettacolo è di Sting, la voci di Michlenagelo è di Pierfrancesco, co-regia Lulù Helbek.
Lo spettacolo ha segnato la nascita di un nuovo genere definito “ARTAINMENT®”, ovvero mettere in connessione il fascino e la bellezza delle più grandi opere d’Arte con i codici emozionali e coinvolgenti dello spettacolo: da un lato l’azione fisica della performance teatrale incontra la magia immateriale degli effetti speciali, dall’altro la tecnologia più avanzata si mette al servizio di un racconto per parole e immagini mai visto prima. L’immersività di proiezioni a 270° porta lo spettatore al centro stesso dell’evento.
Un’esperienza estetica ed emotiva completamente nuova che ha conquistato il pubblico anche internazionale

NOTE ORGANIZZATIVE

Per i partecipanti al sinodo, il biglietto speciale è di 12 euro.
Il biglietto promozionale è disponibile anche per le repliche di venerdì 12 ottobre alle ore 17,30 e 21.00 e per lunedì 15 alle ore 11.30 e 20.00

A questo link si possono consultare tutte le repliche dello spettacolo disponibili:
http://www.giudiziouniversale.com/il-calendario/
Si può contattare l’ ufficio promozionale per prenotare i gruppi con questa speciale tariffa.

www.giudiziouniversale.com
Facebook: @GiudizioUniversaleLoSpettacolo
https://www.facebook.com/GiudizioUniversaleLoSpettacolo/
Instagram: @giudiziouniversale_show
https://www.instagram.com/giudiziouniversale_show/


INFO:
Auditorium della Conciliazione - via della Conciliazione, 4t
Dato il grande successo, lo spettacolo sarà in scena per tutta la stagione teatrale 2018/ 2019.
Biglietti acquistabili con diverse modalità
• dal sito ufficiale www.giudiziouniversale.com
• attraverso il circuito Vivaticket https://giudiziouniversale.vivaticket.it
• presso il botteghino dell’Auditorium Conciliazione a Roma.

Box Office: via della Conciliazione, 4t – Roma tel.+39.06.6832256
info@ giudiziouniversale.com
Durata spettacolo 60 minuti.

COMUNICAZIONE: Chiara Ferré +39 342 8788697 | Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
UFFICIO STAMPA: Maya Amenduni +39 392 8157943 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
UFFICIO PROMOZIONE
l'Ufficio Promozionale (tel. 06 4078867)
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Alt Academy
tel. 06.4078867 – 06.4070056

Cover instrumentum

Elledici 2018 - € 2,50 

Presentazione
Introduzione

I Parte
RICONOSCERE:
LA CHIESA IN ASCOLTO DELLA REALTÀ

II Parte
INTERPRETARE:
FEDE E DISCERNIMENTO VOCAZIONALE

III Parte
SCEGLIERE:
CAMMINI DI CONVERSIONE PASTORALE E MISSIONARIA

Conclusione
Preghiera per il Sinodo

 

cop

Molti giovani nati in Italia da genitori immigrati o cresciuti fin da piccoli nel nostro Paese documentano la presenza di una nuova e consistente realtà sociale, che ha come "cifra" quella di coniugare in modo creativo e dinamico la cultura italiana che incontrano a scuola e nei vari ambiti della società con la tradizione delle terre di cui sono originari. Come tutti i giovani, al di là della loro nazionalità, non si accontentano di una trasmissione meccanica di valori ereditati dal passato o desunti dalla società in cui vivono, vogliono verificare se e come quello che viene loro proposto è utile per vivere il presente.
La loro identità non è statica e immutabile, ma si costituisce in un rapporto aperto e dinamico con la realtà, caratterizzato dalla disponibilità a considerare "l'altro" come qualcosa di necessario al compimento del proprio "io". Così nasce e si sviluppa una "identità arricchita", capace di crescere e maturare nell'incontro con altre identità, in un rapporto di reciprocità. Sta qui il fondamento di quella "cultura dell'incontro" più volte evocata anche da Papa Francesco come antidoto alla "globalizzazione dell'indifferenza" che mina le basi della convivenza.
Le nuove generazioni sono una realtà che induce a considerare l'Italia multietnica come una risorsa che può arricchire la società, e nello stesso tempo rappresentano una sfida con cui misurarsi, perché rilanciano le domande su cosa significhi oggi essere italiani al di là dei legami di sangue e dell'appartenenza alla medesima etnia, sul fondamento del patto di cittadinanza, sul senso di una identità nazionale, su come sia possibile ritrovarsi uniti in una società dove convivono culture differenti.

(testo pdf)

 

In memoriam

Davanti a Dio

Jean D'Ormesson

Parigi, 16 giugno 1925 – Neuilly-sur-Seine, 5 dicembre 2017

sole-luce

Verrà molto presto il momento in cui mi troverò di fronte a Dio.
In cui mi troverò di fronte a Dio... Per noi poveri viventi in queste parole incerte tutto è soggetto a cauzione e a dubbio. Quando mi troverò di fronte a Dio probabilmente non ci sarà più assolutamente niente. Non ci sarà più il tempo. E a capire che non c'è niente io non ci sarò più. E forse non ci sarà nemmeno Dio.

Io non lo so se Dio esiste. Dio, o la natura, mi ha rifiutato il dono della fede. Chi sono io per rispondere con un sì o con un no a una domanda più grande di noi? Dio, o la natura, non mi ha permesso di decidere su un segreto e su un mistero così remoti al di sopra di me. Nel dubbio che mi assilla e spesso mi sommerge brilla tuttavia la speranza. Unamuno dice, non ricordo più dove, che credere a Dio forse consiste nello sperare che esista. Allora, sì, credo in Dio. Perché spero che esista.
Quando comparirò di fronte a quel Dio a cui devo tutto – la mia vita, le mie gioie, le mie pene, l'universo che mi circonda, il sole sul mare, la mia allegria che era viva e i miei dubbi che erano crudeli – mi getterò ai suoi piedi e gli dirò:
«Signore, perdonami. Ti ho tradito molto. Sono stato indegno della grandezza e della fiducia che mi avevi accordato poiché, nella tua bontà, mi hai dato la vita e mi hai lasciato libero di scegliere. La mia mediocrità la disprezzo con forza, ma purtroppo un po' tardi. Non sono stato né un eroe, né un martire, né un santo. Mi sono occupato di me molto più che di coloro che mi avevi affidato come fratelli. Sono stato indegno delle promesse che mi avevi elargito. Ho ricevuto molto più di quanto abbia mai dato. Ho ceduto troppo alla pigrizia, alla vanità, all'indifferenza nei confronti del prossimo, al gusto del guadagno, al delirio di voler essere sempre primo tra i primi. Ho vissuto nel tumulto e nell'agitazione. Ho cercato la felicità e troppo spesso il piacere.
Tu lo sai, mio Dio. Ho amato le baie, il tuo mare che ricomincia all'infinito, il tuo Sole che era diventato mio, molte tue creature, le parole, i libri, gli asini, il miele, gli applausi di cui provavo vergogna, ma che coltivavo. Ho amato tutto ciò che passa. Ma ciò che ho amato soprattutto sei tu, che non passi. Ho sempre saputo di essere meno di niente sotto lo sguardo della tua eternità e che sarebbe venuto il giorno in cui sarei comparso di fronte a te per essere finalmente giudicato. E ho sempre sperato che la tua eternità di mistero e di angoscia fosse anche e soprattutto un'eternità di perdono e d'amore.
Non ho fatto quasi nulla del tempo che mi hai prestato e poi ti sei ripreso. Ma, in maniera maldestra e ignorante, dal fondo del mio abisso non ho mai smesso di cercare la via, la verità e la vita».

(Malgrado tutto, direi che questa vita è stata bella, Neri Pozza 2017, pp. 370-371)

12624

 

Il silenzio e la fede

Max Picard

 silenzio

I
Un intimo rapporto lega il silenzio e la fede. La sfera della fede e la sfera del silenzio s'implicano a vicenda. Il silenzio è la base naturale sulla quale si dispiega la dimensione sovrannaturale della fede.
Un Dío si è fatto uomo per amore dell'uomo: questo evento è talmente enorme e contrario ad ogni esperienza della ragione o ad ogni visione dell'occhio che l'uomo non riesce a rispondervi con la parola. Uno strato di silenzio sí posa quasi spontaneamente tra questo evento eccezionale e l'uomo e in questo silenzio l'uomo si avvicina a quell'altro silenzio che circonda Dio. È nel silenzio che in primo luogo s'incontrano l'uomo e il mistero, ma la parola che nasce da questo silenzio è originaria come la prima parola che non ha ancora mai detto alcunché; per questo è capace di parlare del mistero.

Letteratura 
e formazione

letteraturapic

Apprendere 
dall'esperienza

esperienzapic

Pedagogia 
interculturale

pedagogia interculturale1

Sinodo sui giovani 
Un osservatorio
Commenti. riflessioni, proposte  

logo-SINODO-GIOVANI-colori-295x300

Newsletter
Speciale 2018
(Estate-Settembre-Ottobre)
NLspeciale2018

Di animazione,
animatori
e altre questioni
NPG e «animazione culturale»

animatori

Newsletter NPG



Ricevi HTML?

invetrina2

Laboratorio
dei talenti 2.0
Una rubrica FOI

rubrica oratorio ridotta

No balconear 
Rubrica ispirata al/dal Papa
 

lostintranslation 1

Sulle spalle... 
dei giganti

giganti

Temi di PU 
(pastorale universitaria)

temi di PU

rubriche

 Il Vangelo
del giorno
(Monastero di Bose)

Lezionario 1

Storia "artistica"
della salvezza 

agnolo bronzino discesa di cristo al limbo 1552 dettaglio2

I cammini 
Una proposta-esperienza
per i giovani
e materiali utili

vie

Bellezza, arte 
e PG
(e lettere dal mondo)

arteepg

Etty Hillesum 
una spiritualità
per i giovani

 Etty

Semi di
spiritualità
Il senso nei frammenti

spighe

 

Lo zibaldone. 
Di tutto un po'
Tra letteratura, arte e pastorale...

zibaldone

Società, giovani 
e ragazzi
Aspetti socio-psico-pedagogici  

ragazziegiovani

Sussidi e materiali 
x l'animatore in gruppo 
 

cassetta

Margherita Pirri: Un giorno di maggio

LIVE

Il numero di NPG 
in corso
Settembre-Ottobre 2018

cop sett-ott2018

Il numero di NPG 
precedente
Estate 2018

cop estate2018

Post It

1. Siamo in fase finale per il numero NPG di novembre su GIOVANI E AZZARDO. Nella NL la ripresa del tema con approfondimenti e materiali di uso animatori e docenti per gruppi e classi

2. Stiamo seguendo il Sinodo con gli eventi giorno per giorno...

3. Nella rubrica sulla Storia della salvezza, abbiamo inserito - per ogni tema artistico - una "guida" come lettura "critica" (a cura dell'autrice della rubrica, Maria Rattà).

4. On line tutta NPG fino all'annata 2013 (come promesso, fino a 5 anni fa), e pulizia-aggiornamento definitivo dei files delle annate precedenti

Progettare PG

progettare

novita

ipad-newspaper-G

NPG: appunti 
per una storia

2010 SDB - NPG Logo 02 XX

Le ANNATE di NPG 
1967-2018 
 

annateNPG

I DOSSIER di NPG 
(dall'ultimo ai primi) 
 

dossier

Le RUBRICHE NPG 
(in ordine alfabetico)
Alcune ancora da completare 
 

Rubriche

Gli AUTORI di NPG
ieri e oggi 

pennapennino

Gli EDITORIALI NPG 
1967-2018 
 

editorialeRIDOTTO

INDICI NPG
50 ANNI
 
Voci tematiche - Autori - Dossier

search

VOCI TEMATICHE 
di NPG
(in ordine alfabetico) 
 

dizionario

I LIBRI di NPG 
Giovani e ragazzi,
educazione, pastorale
 

libriNPG

I «QUADERNI» 
dell'animatore

quaderni

 

Alcuni PERCORSI 
educativo-pastorali in NPG
 

percorsi

I SEMPREVERDI 
I migliori DOSSIER di NPG 
 

vite N1

NOTE'S GRAFFITI 
Materiali di lavoro
con gruppi di ragazzi e adolescenti 
 

medium

webtvpic

SOCIAL AREA

 
socialareaok2 r1_c1_s1 socialareaok2 r1_c2_s1 socialareaok2 r1_c3_s1 socialareaok2 r1_c4_s1

NPG Facebook

NPG Twitter

Contattaci

Note di pastorale giovanile
via Marsala 42
00185 Roma

Telefono: 06 49 40 442

Fax: 06 44 63 614

Email

sitica1

MAPPE del SITO 
navigare con una bussola

mappesito 1

PROGRAMMAZIONE
NPG 2018

programmazione 1

LECTIO DIVINA 
o percorsi biblici

lectiodivina 1 

DOTTRINA SOCIALE 
della Chiesa

dottrina 1

LE INTERVISTE: 
PG e...

interviste 1

ENTI CNOS

cospes tgs cnosfap cgs cnosscuola scsOK1 cnossport

SITI AMICI

Salesiani di Don Bosco Figlie di Maria Ausiliatrice editrice elledici università pontificia salesiana Servizio nazionale di pastorale giovanile Movimento Giovanile Salesiano salesitalia Mision Joven Dimensioni Mondo Erre DonBoscoland Scritti di Don Bosco ans bollettino
LogoMGSILE valdocco missioni vis asc exallievi vcdb mor ICC icp ILE ime ine isi